x

x

Sons of Kemet live nella notte delle stelle

LOCOROTONDO – Si apre con i Sons of Kemet l’edizione 2022 dell’atteso Locus Festival: il primo appuntamento con la rassegna è in programma il 10 agosto, alla Masseria Ferragnano. Nella notte delle stelle, dunque, fra le stelle più luminose ci sarà il formidabile quartetto londinese con Shabaka Hutchings, Theon Cross, Edward Wakili-Hick e Tom Skinner che mantengono la promessa col pubblico italiano dopo la forzata rinuncia dello scorso anno. I biglietti possono essere già acquistati s su DICE.fm e Ticketone.it. Quella del 10 agosto è solo l’inizio della lunga serie di eventi che a Locorotondo tra il 10 ed il 15 agosto saranno il cuore della XVII edizione del Locus con gli altri nomi già annunciati: Mannarino l’11 agosto, Caribou a ferragosto e tanti altri ancora, compreso il concerto di alt-J a Bari, il 18 giugno.

SONS OF KEMET
“Black to the future!” Non è solo il titolo del formidabile quarto album dei Sons of Kemet, rappresenta anche una perfetta sintesi dell’approccio alla musica di questa super band londinese, vincitrice del Mobo Award 2021 come “Best jazz act”. Il riconoscimento evidenzia la forza delle loro esibizioni live, come è lecito aspettarsi da una band guidata dal sassofonista Shabaka Hutchings, leader di altre premiate formazioni come Shabaka & The Ancestors e The Comet is Coming. Accanto al sax di King Shabaka, la formula musicale di SOK aggiunge la tuba di Theon Cross (tuba), e ben due batteristi: Edward Wakili-Hick e Tom Skinner. In primo piano resta sempre il recupero di tematiche e simbologie ancestrali afrofuturiste, calate nella realtà contemporanea militante di esperienze come Black Lives matter, e proiettate nel futuro con una musica fresca e ricca di colore, passione e vitalità. Un laboratorio culturale e sonoro tipico del sempre ribollente melting pot londinese, di cui Hutchings rappresenta senz’altro un’icona attuale ed autorevole.