22 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2021 alle 18:53:00

foto di Palazzo di città di Avetrana
Palazzo di città di Avetrana

Avetrana va al voto il 3 e il 4 ottobre prossimi orfana di sindaco. Antonio Minò, eletto nel 2016, è morto a 61 anni il 17 settembre scorso, a causa del Covid, dopo una lotta col virus durata alcuni mesi. Una triste notizia piombata durante la campagna elettorale, che ha suscitato commozione fra i cittadini e fra le diverse forze politiche. Tutti, in segno di lutto, hanno subito sospeso per alcuni giorni gli appuntamenti in segno di rispetto e anche in adesione al lutto cittadino. Con la scomparsa del primo cittadino, il testimone dell’’Amministrazione comunale è passato al vicesindaco Alessandro Scarciglia in attesa dello svolgimento delle elezioni.

Le comunali del 3 e 4 ottobre vedono in campo soltanto liste di centrosinistra. Clamorosa, invece, l’assenza di liste di centrodestra, dopo tre tornate elettorali che lo vedevano vittorioso. Lo scorso agosto sembrava tutto pronto per una lista a sostegno del candidato sindaco Enzo Tarantino, noto avvocato del posto. Invece non è stata presentata nessuna lista e i partiti di centrodestra faranno da spettatori, mentre gli elettori dell’area potrebbero risultare decisivi per la vittoria. A contendersi la fascia tricolore di primo cittadino saranno soltanto due candidati. L’ex sindaco di Avetrana e consigliere provinciale Luigi Conte, alla guida della lista civica di area centro sinistra “Rilanciamo Avetrana” e il professore universitario Antonio Iazzi sostenuto alla lista civica “R-innoviamo Avetrana” che raggruppa diversi candidati espressione dell’area di centrosinistra. I due competitor in queste settimane si sono confrontati soprattutto sui temi dello sviluppo del piccolo centro della provincia ionica, sulle proposte di rilancio dell’economia del territorio e dei suoi settori strategici, soprattutto l’agricoltura e il turismo le cui potenzialità non sono state finora sufficientemente sfruttate considerando la vicinanza di località turistiche del Leccese che in estate fanno il pienone.

L’esigenza prioritaria della comunità è quella di puntare sul turismo facendo leva sui punti di forza del territorio (mare e bellezze naturali). Tutto ciò in attesa dell’adozione del nuovo Piano urbanistico generale e della riqualificazione del centro storico e delle periferie. Gli interventi dell’ultima amministrazione, invece, hanno restituito al paese edifici scolastici riqualificati, con la ririapertura della materia di via D’Aosta, rimasta chiusa per alcuni anni e l’efficientamento energetico della “Giovanni XXIII”.

 

Luigi Conte

foto di Luigi Conte
Luigi Conte

Luigi Conte, 60 anni, medico di medicina generale, è il candidato sindaco della lista Rilanciamo Avetrana espressione di diverse forze di centrosinistra, il Partito Democratico, il Movimento 5 stelle, LeU. E’ stato sindaco di Avetrana per due mandati e consigliere provinciale del Pd per tre legislature.

 

 

 

 

 

 

 

Antonio Iazzi

foto di Antonio Iazzi
Antonio Iazzi

Antonio Iazzi, 51 anni, è professore associato di Economia e Gestione delle imprese all’Università del Salento, revisore dei conti con esperienze negli enti locali. E’ il candidato sindaco della Lista R-Innoviamo Avetrana, un progetto civico che racchiude diverse componenti dell’area di centro sinistra anche se c’è chi considera la lista trasversale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche