22 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2021 alle 16:57:00

foto di Una veduta di Massafra
Una veduta di Massafra

Città del Carnevale, delle gravine e di numerosi siti archeologici, ma anche centro industriale e commerciale, Massafra (Mazzàfre in dialetto locale) è un comune italiano di circa 32mila abitanti della provincia di Taranto, situato ai piedi della Murgia tarantina. Fa parte del Parco naturale regionale Terra delle Gravine; ospita l’oasi Wwf del Monte Sant’Elia e, sulla costa, la riserva naturale di Stornara. La città sorge tra le tracce degli insediamenti della civiltà rupestre, prima neolitica e poi bizantina. E’ conosciuta per il suo Carnevale, grande manifestazione con carri realizzati da maestri cartapestai, a tema politico, sociale e culturale. Il territorio massafrese si estende fino al Mar Ionio e presenta una grande varietà di paesaggi, fra cui una serie di gravine e lame di origine carsica.

Il centro abitato sorge infatti intorno alle gravine San Marco e Madonna della Scala. Il territorio comunale comprende una parte del litorale ionico, che va dalla zona di Lido Azzurro fino a Chiatona, attraversando le zone Pantano, Macchia, Patemisco, Ferrara e Marinella. Tra i monumenti di maggiore interesse sono da menzionare l’Antica Chiesa Madre San Lorenzo Martire, il Santuario della Madonna della Scala e numerose chiese. Tra le architetture civili, il Municipio, la Torre dell’Orologio; tra le architetture militari, il Castello. Di interesse i siti archeologici di origine preistorica e le tante chiese rupestri. L’agricoltura occupa una buona fetta dell’economia, con la produzione di agrumi (clementine, arance), uva da tavola, olive per la produzione dell’olio Dop Terre Tarentine ed ortaggi.

L’apicoltura, un tempo praticata nelle gravine, è oggi presente nella zona meridionale. L’area industriale è caratterizzata da attività alimentari, edilizie, dell’indotto siderurgico, di materiali per l’agricoltura e l’irrigazione e di aziende per il trattamento e lo smaltimento di rifiuti.

di Raffaella Capriglia

 

Gaetano Castiglia detto Nino

foto di Gaetano Castiglia detto Nino
Gaetano Castiglia detto Nino


Gaetano Castiglia detto Nino, imprenditore di Massafra, si candida a sindaco con le liste Fratelli d’Italia, Massafra Futura, Noi con l’Italia e Verde è Popolare. Ha una pluriennale esperienza politica, è consigliere comunale uscente ed in passato è stato assessore comunale e provinciale.

 

 

 

 

 

 

Cosimo Convertino

foto di Cosimo Convertino
Cosimo Convertino

Cosimo Convertino, medico, classe 1939, si candida a sindaco sostenuto dalla lista “Rinascita per Massafra Convertino Sindaco”, composta in maggioranza da giovani. Ha una lunga esperienza sia in ambito comunale che regionale; è stato sindaco di Massafra eD assessore provinciale e regionale.

 

 

 

 

 

 

Fabrizio Quarto

foto di Fabrizio Quarto
Fabrizio Quarto

Fabrizio Quarto, avvocato, sindaco uscente per la legislatura 2016-2021, classe 1972. si ricandida a primo cittadino di Massafra sostenuto dalle liste Cittadino protagonista, Con Quarto Sindaco, Patto dei Moderati, Partito Democratico e Strada Maggiore.

 

 

 

 

 

 

 

Domenico Santoro

foto di Domenico Santoro
Domenico Santoro

Domenico Santoro, classe 1963, dottore commercialista dal 1988. E’ per professione un revisore legale e revisore enti locali. In passato è stato consigliere comunale. Si candida a primo cittadino con le liste Domenico Santoro sindaco, Lega Salvini con Santoro Sindaco e Forza Italia.

 

 

 

 

 

 

 

 

Gaia Silvestri

foto di Gaia Silvestri
Gaia Silvestri

Gaia Silvestri, classe 1976, si candida a primo cittadino con le liste Movimento 5 Stelle e Lista civica Movimento per Gaia Silvestri sindaco. E’ la prima donna candidata Sindaco di Massafra. Da anni promuove iniziative per i diritti civili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche