18 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Aprile 2021 alle 12:17:53

Il nutrizionista

Pasqua a tavola con gusto ma anche con attenzione. Alcuni consigli da seguire

foto di Una colomba pasquale
Una colomba pasquale

La Pasqua a tavola deve essere vissuta seguendo certamente il gusto della tradizione, fatta di dolci, leccornie e piatti antichi. Purtroppo però dobbiamo anche tener conto dell’arrivo dell’estate, il che diventa quasi sempre sinonimo di prova costume.

Come affrontiamo al meglio la Pasqua a tavola? Prima di tutto è bene ricordare che risulta inutile pesarsi dopo tre giorni di festa, i vari pranzi le varie cene e soprattutto i dolci (tipici della nostra regione) hanno in qualche modo influenzato il nostro peso corporeo. Compra dolci, colombe, uova di cioccolato, etc a cavallo dei giorni di festa, in questo modo avrai meno tentazioni durante tutta la settimana. Non saltare i pasti in previsione di abbuffate, riduci semmai le quantità giornaliera, prediligendo verdure e secondi piatti o insalatone. Bere acqua è ancora ad oggi la migliore cura detossinante a costo zero e senza effetti collaterali: un bicchiere d’acqua ad ogni ora è più che sufficiente.

Lascia perdere promozioni di dieta detox con integratori, non solo salutari e non sono a costo zero. Ricorda che Pasqua a tavola non significa mettersi in pausa con lo sport o con l’attività fisica, anzi in virtù dell’aumentato introito calorico non deve mancare. Per chi non è uno sportivo abituale una bella passeggiata nella nostra Taranto o vicino al nostro mare può sicuramente giovare dopo una Pasqua a tavola. No alle diete drastiche dopo le abbuffate. I rimedi come digiuno, dieta liquida, dieta disintossicante mettono a dura prova il nostro organismo, che subisce un vero stress perché passa drasticamente dall’abuso alimentare alle ristrettezze dietetiche. Nei giorni che seguono la Pasqua a tavola, serve solo il buon senso, tornare un regime alimentare sano ed equilibrato, senza eccessi e regolare attività fisica-sportiva.

 

Dott. Andrea Urso
Dietista
Biologo Nutrizionista
Vicepresidente NutriProf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche