21 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Giugno 2021 alle 19:30:12

Notizie su mutui, debiti e recupero crediti

E’ possibile difendersi dal recupero credito delle finanziarie

foto di E' possibile difendersi dal recupero credito delle finanziarie
E' possibile difendersi dal recupero credito delle finanziarie

Con la recente decisione il Tribunale di Napoli ha revocato un decreto ingiuntivo emanato per rimborso di finanziamento nei confronti del debitore opponente, con condanna della parte opposta alle spese di giudizio. Nel giudizio avente ad oggetto opposizione a decreto ingiuntivo relativo ad un credito assoggetto a più operazioni di cessione e cartolarizzazione da parte di finanziarie, il giudice revoca il decreto ingiuntivo posto verso il soggetto debitore per carenza di prova sulla titolarità attiva, accogliendo così l’istanza presentata dallo stesso debitore con cui contestava la mancata notifica nei suoi confronti delle cessioni di credito eseguite.

Alla base della decisione viene inoltre anche richiamata la giurisprudenza di legittimità, Cass. n. 24798/2020, secondo la quale la parte che si afferma successore a titolo particolare del credito originario in virtù di un’operazione di cessione in blocco di crediti, ha l’onere di dimostrare l’inclusione del credito vantato in detta operazione attraverso prova documentale della propria legittimazione sostanziale, salvo il caso di implicito o esplicito riconoscimento da parte del resistente. Quindi, in mancanza di valida prova volta a dimostrare il rientro del credito oggetto del giudizio tra quelli ceduti dalla originaria mutuante con la cessione in blocco, né permettendo nessuno degli altri documenti prodotti di stabilire l’effettiva esistenza della cessione del credito contestato, il giudice statuisce la revoca del decreto ingiuntivo.

Per maggiori informazioni mandare una e-mail all’indirizzo avvocatomandico@libero.it oppure contattare il numero 081 7281404.

Avv. Monica Mandico

Ti potrebbero interessare anche