20 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Settembre 2021 alle 21:58:00

Libri

“L’uomo del porto” di Cassar Scalia e “Sorelle” di Johnson


Cristina Cassar Scalia - “L’UOMO DEL PORTO” - Einaudi Catania

Librerie e scuola siano unite per rilanciare il tema della lettura, con il necessario coinvolgimento delle Biblioteche, che ormai non possiamo più considerare il luogo fisico dove il libro riposa in pace, ma devono essere veri e propri motori della promozione della lettura, di quel servizio alla comunità che deve farsi bene immateriale e bonificare i territori desertificati dalla povertà culturale. La biblioteca serve tanto quanto servono i ponti in ingegneria.

A questo proposito vale la pena di ricordare i recenti lavori di rilancio della nostra Biblioteca Acclavio, un fondo bibliotecario tra i più importanti di Puglia, una struttura invidiabile e resa ancor più all’avanguardia dalle recenti ristrutturazioni, oggi serve tuttavia riempire la forma con dei contenuti adeguati, con riflessioni sulle politiche culturali che si vogliono raggiungere nel prossimo futuro e in definitiva con un recupero, già iniziato in verità prima delle ristrutturazioni della funzione sociale della biblioteca che vive tutto l’anno ogni giorno, che restituisce un servizio alla comunità maggiore, oggi, di quello per cui era stata concepita ieri. In ultimo poi le biblioteche siano nuove agorà strettamente interconnesse alle librerie, in primis riconoscendo le librerie dei territori come riferimenti e poi chiamando a raccolta scuole, università, insegnanti e addetti ai lavori.

Cristina Cassar Scalia – “L’UOMO DEL PORTO” – Einaudi Catania.
Nella grotta di un fiume sotterraneo usata come saletta da un locale molto noto viene ritrovato il cadavere di un uomo: lo hanno accoltellato. Una brutta faccenda su cui dovrà fare luce il vicequestore Vanina Guarrasi che, come se non bastasse, da qualche settimana è pure sotto scorta. Vincenzo La Barbera, professore di filosofia presso il liceo classico, era un tipo solitario, che usava come casa una vecchia barca a vela ormeggiata nel porto ed era amatissimo dagli studenti. Niente debiti, né legami con la malavita. Eppure qualcuno lo ha ucciso, lasciando il suo corpo nel letto dell’Amenano, un corso d’acqua che secoli fa un’eruzione dell’Etna ha ricoperto di lava e che ora scorre sotto il centro storico della città. Vanina Guarrasi – la cui esistenza si è complicata, casomai ce ne fosse bisogno, per via di una minaccia di morte giunta dalla mafia palermitana – prende in mano l’indagine. Di indizi, nemmeno l’ombra. Il mistero è assai complesso, e forse ha le sue radici nel passato ribelle della vittima. Per risolverlo, però, Vanina potrà contare ancora una volta sull’aiuto dell’impareggiabile commissario in pensione Biagio Patanè.

Daisy Johnson – “SORELLE” – Fazi Editore
Le sorelle adolescenti Luglio e Settembre sono strette da un legame simbiotico forgiato con una promessa di sangue quando erano bambine. Vicine quanto possono esserlo due ragazze nate a dieci mesi di distanza, a volte è difficile stabilire dove finisca l’una e cominci l’altra. Abituate all’isolamento, non hanno mai avuto amici: bastano a se stesse. Ma un pomeriggio a scuola accade qualcosa di indicibile. Qualcosa da cui non si può tornare indietro. Alla disperata ricerca di un nuovo inizio, si trasferiscono con la madre dall’altra parte del paese, sul mare, in una vecchia casa di famiglia semiabbandonata: le luci tremolano, da dietro le pareti provengono strani rumori, dormire sembra impossibile. Malgrado questo inquietante scenario, a poco a poco la vita torna ad assumere una parvenza di normalità: nuove conoscenze, falò sulla spiaggia… Luglio si accorge però che qualcosa sta cambiando, e il vincolo con la sorella inizia ad assumere forme che non riesce a decifrare.

Antonio Mandese
Libraio ed editore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche