05 Agosto 2021 - Ultimo aggiornamento il: 05 Agosto 2021 alle 04:52:00

Cronaca News

Elezioni Confcommercio, Giangrande confermato. Ecco i nomi dei consiglieri

foto di Elezioni Confcommercio
Elezioni Confcommercio Taranto

Nuovo mandato per Leonardo Giangrade, riconfermato alla guida di Confcommercio Imprese per l’Italia Taranto. «L’assemblea generale dei soci, chiamata al rinnovo delle cariche sociali di Confcommercio Taranto, lo ha eletto all’unanimità (108 i votanti), confermando la sua presidenza per la terza consiliatura – evidenziano dall’associazione dei commercianti – All’ordine del giorno i rinnovi della presidenza, del consiglio generale, e dei componenti i collegi dei revisori dei conti e dei probiviri. L’assemblea, in considerazione del protrarsi dell’emergenza epidemiologica, si è tenuta in modalità telematica; le procedure di voto certificate sono state seguite dalla piattaforma ‘Eligo’, specializzata nelle procedure di voto digitali, utilizzata in Italia da diverse associazioni, amministrazioni pubbliche, università.

Ogni delegato ha potuto accedere alla piattaforma con credenziali univoche per l’autenticazione; attivate le procedure certificate si è poi proceduto alla scrutinio automatico dei voti con report finali dei risultati». Durante i lavori assembleari si è collegato, in diretta da Bari, il presidente di Confcommercio Puglia, Alessandro Ambrosi, ed è stato trasmesso inoltre il videomessaggio del presidente nazionale, Carlo Sangalli.

«Sin dal mio precedente mandato – ha affermato Giangrande nel suo discorso di presentazione di candidatura- dissi che con la consiliatura 2015/20 si sarebbe conclusa la mia esperienza alla guida della associazione provinciale. Nei 5 anni che sono seguiti, Confcommercio Taranto ha dovuto misurarsi con la crisi economica del Paese, con la vertenza non ancora risolta – anzi più aspra – dell’Ilva, e da un anno quasi con la pandemia mondiale Covid 19. Una sequenza di situazioni non facili, culminate con una emergenza epidemiologica che ha creato una cesura sul nostro tempo: il prima e il dopo Covid. In questo contesto profondamente mutato, ha trovato spazio la decisione di accettare l’invito – rivoltomi dal gruppo dirigente provinciale e da tanti imprenditori associati – di candidarmi a guidare l’Associazione per un terzo mandato, assumendomi la responsabilità di un compito molto impegnativo.

Confortato anche dalla fiducia espressami ufficialmente dal Presidente Carlo Sangalli, con una lettera pervenutami lo scorso mese di giugno, continueremo sulla strada già tracciata del percorso di rinnovamento dell’Associazione, avviato nell’ultimo anno di consiliatura, per darle una impostazione adeguata a rispondere più efficacemente ai nuovi bisogni delle imprese e degli associati, e per contribuire sempre più e meglio -attraverso il nostro apporto, le nostre idee, il nostro sapere, i nostri servizi- alla crescita del territorio provinciale.

In questo contesto così complesso, so bene che dovremo essere capaci di alimentare un nuovo protagonismo dell’Associazione e che non sarà facile poiché il mondo della rappresentanza sindacale è in crisi. Le maglie che legavano i cittadini ai partiti e al sindacato si sono da tempo slabbrate. La crisi pandemica ci sta però chiamando in questi mesi ad un rinnovato compito di rappresentanza e di intermediazione.

Oggi, nel contesto pandemico le parti sociali sono chiamate a supportare le imprese in termini di assistenza, servizi, informazione, formazione, oltre che di rappresentanza sindacale. Si tratta allora di ripensare questo rapporto, perché comunque la democrazia ha bisogno delle competenze di soggetti organizzati collettivi, ed è rafforzando il ruolo delle categorie, favorendo l’interscambio – anche attraverso i vari strumenti che la tecnologia mette a nostra disposizione- potremo supportare le imprese e contribuire alla crescita del sistema economico locale. La strada – ha concluso Giangrande- abbiamo iniziato a tracciarla, abbiamo posto le basi con l’avvio di un percorso di rinnovamento degli strumenti, dell’organizzazione interna, delle risorse umane».

La composizione dei nuovi organi – Presidente: Leonardo Giangrande. Consiglio Generale: Basile Angelo, Barivelo Paolo, Bisignano Cosimo, Cafiero Salvatore, Carriero Luciano, Chimienti Michele, Colonna Giovanni, Contento Matilde, Daggiano Dario, De Vito Maurizio, Fanelli Enea, Fanelli Lelio, Gagliardi Vito, Leo Vincenzo, Massa Roberto, Melone Angelo, Miola Cosimo, Mosca Alberto, Occhinegro Egidio, Palazzo Mariangela, Perri Marcello, Perrone Angelo, Piotti Gianluca, Pulpito Pierpaolo, Raffò Mario, Salamina Antonio, Sergi Gregorio, Spadafino Giuseppe, Vignola Raffaele, Vitiello Stanislao. Collegio Probiviri: Iazzi Antonio, Nitti Michele, Testa Antonella, Marasco Gabriella, Ieva Marcello Collegio Revisori dei Conti: Cavallaro Giovanni, Mazza Antonio, Semeraro Giuseppe, Dromì Antonio, Iacovelli Aldo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche