30 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 30 Novembre 2021 alle 09:56:00

Cultura News

Dalla festa dedicata a Santa Lucia alla vigilia di Natale

foto di La processione di Santa Lucia
La processione di Santa Lucia

Dalla festa in onore di Santa Lucia all’inizio della Novena in preparazione al Santo Natale: è questo il percorso dell’odierna puntata della nostra rubrica “Calannarie”, ideata e curata dal prof. Antonio Fornaro. Questi i santi della settimana: Lucia, Giovanni della Croce, Maria Crocifissa, Adelai-de, Begga, Malachia, Berardo di Teramo, Floriano, Graziano di Tours e Dario San Giovanni della Croce, spagnolo, fu dottore della Chiesa e grande teologo.

Fondò l’Ordine dei Carmelitani Scalzi ed è considerato uno dei più grandi poeti spagnoli. Santa Maria Crocifissa, che prima di diventare suora si chiamava Paola, tre anni prima di morire prese i voti. Fondò la Congregazione religiosa delle Ancelle della carità, Santa Begga viene considerata l’iniziatrice del Movimento delle Beghine, che sono suore che fanno voto di castità e di obbedienza. Le Beghine scelsero la Santa come loro patrona. Il termine non va confuso con quello di bigotte. Santa Malachia fu l’ultimo dei profeti minori della Bibbia. Fu intransigente, con-dannò il malcostume, difese l’indissolubilità del matrimonio e prefigurò l’arrivo di Giovanni Battista. San Berardo è patrono di Teramo e nella stessa città si conservano le reliquie della sua testa e di un braccio.

Questa settimana la Madonna viene ricordata sotto i titoli di Madonna della Rugiada, della Liberazione, della Madia, della Guida e dei Gigli.Giuseppe Cravero ci ricorda che il 14 dicembre 1949 fu avvistata da 10 pescatori una balena in Mar Grande. La stessa attraversò il Canale Navigabile e si fece catturare dove oggi si trova la Pensilina Liberty in via Cariati. Era più piccola di quella che era stata catturata sempre a Taranto il 9 febbraio 1877. Dopo esser stata catturata dalla Dogana di via Cariati fu portata nella villa Peripato e per essere visitata bisognava pagare 10 lire. Fu chiamata Carolina in ricordo della visita di Carolina, moglie di Ferdinando IV, a Taranto avvenuta il 27 maggio 1797. Il 17 dicembre 1870 fu fondata la Confraternita dell’Addolorata.

Il 18 dicembre 1942 moriva in battaglia navale l’eroe Ignazio Castrogiovanni al qua-le a Taranto è intitolata una via. Il 14 dicembre 1946 diventava sindaco di Taranto il comunista Odoardo Voccoli. Il 19 dicembre 1941 il capitano Vincenzo Martellotta compì una eroica impresa na-vale ad Alessandria d’Egitto. Questi i detti della settimana: “Di Santa Lucia il giorno aumenta quanto un passo di gallina”, “Di Santa Lucia diminuisce la notte e avanza il giorno” “Di Santa Lucia l’inverno è sulla via”, “Chi ha mani, ha guanti”, “Ha sette spiriti come i gatti”, “Se il rosso fosse sincero, il diavolo in cielo entrerebbe”, “Il pane fino a quando dura, il vino con misura”, “Tanto vali quanto possiedi”.

Il 16 dicembre inizia la Novena in preparazione al Santo Natale. Si tratta di una ricorrenza soltanto religiosa. Nel passato, quando la Novena si svolgeva nei vicoli della Città Antica, si cantava l’inno “Dalle celesti sfere” con testo di mons. Giuseppe Ricciardi e, secondo il parere del maestro Giuseppe Gregucci, la musica fa pensare a una paternità dell’inno da attribuire al francescano Padre Serafino Marinosci. Durante la Novena di Natale nelle chiese viene allestito il presepe che viene disfatto il 2 febbraio, festa della Candelora. Fornaro incentra il suo secondo intervento della settimana sulla popolare festa di Santa Lucia invocata in tutto il mondo dal popolo cristiano. Oggi Santa Lucia a Taranto viene festeggiata nella Cattedrale di San Cataldo e nella Chiesa parrocchiale di via Millo dove è presente da 54 anni. Quest’anno per i noti motivi non ci sarà la solenne e seguita processione in onore della Santa ma, dal punto di vista gastronomico, i tarantini, come da antica tradizione, dovranno mangiare gli gnocchetti con le cozze perché richiamano la forma degli occhi per la cui buona salute i cristiani pregano la Santa che protegge la vista degli uomini. Santa Lucia viene festeggiata anche nella Parrocchia di San Domenico a Martina Franca, a Ginosa, Massafra, Castellaneta e Grottaglie.

Santa Lucia è originaria di Siracusa dove fu uccisa tra il 303 e il 304. E’ leggendaria la storia secondo la quale la Santa si sarebbe strappati gli occhi per sottrarsi al suo pretendente. Dal 1204 le sue spoglie mortali sono custodite nella Chiesa di San Giorgio a Venezia. I tarantini impararono la devozione della Santa nella Chiesa di San Cataldo dove le nostre nonne si recavano fin dalle prime luci dell’alba del 13 dicembre e vi restavano fino alla conclusione della processione che si svolgeva di sera. Altro luogo di devozione dei tarantini era la chiesetta che si trovava sulla piccola spiaggia di santa Lucia intorno a Mar Piccolo e che fu abbattuta insieme alla villa di Mons. Capecelatro per consentire la costruzione dell’Arsenale. Chi si recava in que-sta chiesa non riceveva l’immaginetta ma un ovale di ceramica cotta che riproduceva l’occhio della Santa. Nel Museo Diocesano si conserva una tela del 1700 della Santa realizzata dal pittore Domenico Carella. Per i baresi quella di Santa Lucia è festa importante come per i tarantini è quella in onore dell’Immacolata. Il popolo crede che chi il 13 dicembre si nutrirà solo di verdura e non di pane potrà conoscere il nome del futuro sposo.

L’usanza di non mangiare pane il 13 dicembre è sorta a causa della carestia che nel 1700 affamò la Sicilia. E’ tradizione in questo giorno distribuire il pane ai poveri sotto forma di panini rotondi chiamati “occhi di Santa Lucia”. Infine molte donne nel fare il pane in famiglia lasciano da parte un pezzo dell’impasto e ne fanno panini o ciambelline a forma di angioletti e anche di mam-melle ricordando l’amicizia che ci fu tra Santa Lucia e Sant’Agata. Queste ciambelline vengono date ai bambini quando sono malati. Auguri a tutte le donne che portano questo bel nome, simbolo di luce materiale e spirituale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche