16 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Aprile 2021 alle 18:03:30

Cultura News

“A cazzàte de Pipièle”, il nuovo lavoro di Cataldo Sferra

foto di “A cazzàte de Pipièle”, il nuovo lavoro di Cataldo Sferra
“A cazzàte de Pipièle”, il nuovo lavoro di Cataldo Sferra

Lo storico scrittore poeta tarantino Cataldo Sferra ha pubblicato un suo nuovo lavoro: si tratta di una commedia dialettale tarantina in due atti intitolata “‘A cazzàte de Pipiéle”, dell’editrice Edit@. Con questo suo ennesimo lavoro Sferra vuole ribadire che le commedie, prima di essere messe in scena, vanno scritte, ma soprattutto vuol far conoscere la storia dimenticata delle nostre belle tradizioni e relativi personaggi.

Nella premessa l’editore Domenico Sellitti così scrive: «Ogni lavoro editoriale di Cataldo Sferra rappresenta una pietra miliare per la tradizione popolare folklorica tarantina. Questa opera dialettale conferma il costante impegno da lui profuso ella conservazione e nella divulgazione della lingua tarantina». Così continua: “Pipiéle, noto per la sua non brillante intelligenza, fa il mestiere di coltivatore di cozze dei citri del Mar Piccolo. Un giorno la fidanzata gli regala la focaccia che lui porta con sé al lavoro. I compagni si divertono per l’ennesima volta alle sue spalle, gli fanno sparire il pranzo e da questo episodio nasce una canzoncina dalla quale Sferra ha tratto questa pregevole commedia in due atti”. Nell’introduzione sono evidenziati i personaggi e i fatti importanti del lavoro di Sferra: Pipiéle, la fidanzata Checchina, la semplice focaccia tarantina, il mare e i compagni di Pipiéle, anche loro pescatori. Sferra correda il suo lavoro con ben 157 note dalle quali si apprendono molte informazioni, con alcuni brevi cenni di grafia dialettale tarantina e di alcune foto d’epoca ed è anche autore della copertina del libro. Solo sedici i personaggi presenti nel libro che si compone di 127 pagine e che è in vendita nelle librerie cittadine.

Antonio Fornaro
Operatore culturale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche