20 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Aprile 2021 alle 20:01:12

Cronaca News

Omicidio Denaro, definitive le condanne a trent’anni

Omicidio di Cosimo Denaro
Omicidio di Cosimo Denaro

Omicidio Denaro: diventano definitive le tre condanne a trent’anni di reclusione. I giudici della Corte di Cassazione hanno, infatti, dichiarato inammissibili i ricorsi presentati dai difensori degli imputati. La Corte d’Assise d’Appello di Lecce a gennaio scorso aveva condannato a 30 anni di reclusione, nel processo bis, dopo l’annullamento con rinvio da parte della Corte di Cassazione, i tre imputati accusati dell’omicidio di Cosimo Denaro ucciso con un colpo di fucile a canne mozze il 6 gennaio del 2015 davanti alla sala giochi al rione Tamburi che la vittima gestiva.

I giudici di secondo grado avevano riconosciuto l’aggravante della premeditazione nei confronti di Benito Potenza, ritenuto l’esecutore materiale, del fratello Cosimo Potenza e di Francesco Longobardi, che erano stati condannati all’ergastolo con il rito abbreviato dal gup nel 2016. Nel primo processo d’appello (poi annullato con rinvio dalla Cassazione) Benito Potenza era stato condannato a 20 anni, mentre il fratello Cosimo e Francesco Longobardi erano stati condannati a 18 anni. La sera dell’agguato diversi avventori furono presi in ostaggio nella sala giochi nell’attesa dell’arrivo di Denaro. Nel processo le parti civili sono state assistite dagli avvocati Luca Balistreri e Rosario Orlando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche