26 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Settembre 2021 alle 20:36:00

Attualità News

Consumare meno e meglio il gas per risparmiare in bolletta

foto di Consumare meno e meglio il gas per risparmiare in bolletta
Consumare meno e meglio il gas per risparmiare in bolletta

Il gas naturale è ancora il principale combustibile nelle case italiane: lo usano milioni di persone ogni giorno per cucinare, scaldare l’acqua e – adesso in inverno – riscaldare la casa. La bolletta del gas, specie in questa stagione, può però incidere sensibilmente sul bilancio familiare.

È comunque possibile ridurre i consumi, e dunque l’esborso di denaro, senza privarsi del comfort del riscaldamento e delle gioie del cucinare, adottando alcuni semplici comportamenti nella vita di tutti i giorni e scegliendo le tariffe gas più convenienti.

Risparmiare sull’utilizzo di gas nella vita quotidiana, per cucinare o riscaldare la casa, consumando meno e meglio, è quindi conveniente per ridurre la spesa della bolletta, oltre che per immettere meno anidride carbonica nell’atmosfera, alleggerendo così l’impatto ambientale della propria abitazione.

Una differenza positiva nella riduzione dei consumi si può ottenere già adottando piccoli accorgimenti: quando si cucina, ad esempio, utilizzare pentole a pressione o almeno tenere i coperchi su quelle tradizionali aiuta a conservare il calore all’interno, facendo bollire l’acqua e cuocere le pietanze più rapidamente. Nell’ambito delle caldaie, la manutenzione puntuale degli impianti o la sostituzione con versioni più recenti permette di ottenere una resa migliore e dunque un fabbisogno minore di combustibile.

Oltre ad adottare comportamenti virtuosi, è possibile ridurre i consumi scegliendo l’offerta più conveniente tra quelle disponibili sul mercato. E.ON, uno dei principali operatori energetici in Italia, propone per il gas casa varie soluzioni con tariffe convenienti, tra cui scegliere in base al proprio stile di vita e al proprio profilo di consumo.

Articolo a cura della Visibileweb di Emilio Carlo Errico Imbalzano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche