26 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 25 Settembre 2021 alle 22:33:00

Cronaca News

“Med Games 2026”, arriva l’ok al bilancio

foto di Riunione del Comitato Mediterraneo
Riunione del Comitato Mediterraneo

Riunione del Comitato Mediterraneo, martedì mattina, l’organismo che sta curando l’organizzazione a Taranto dei Giochi del Mediterraneo.

L’ordine del giorno prevedeva l’approvazione del bilancio di previsione per il 2021, più altri importanti provvedimenti che segnano l’avvio concreto della road map verso l’evento sportivo del 2026. All’incontro, tra gli altri, hanno partecipato il presidente del Coni Giovanni Malagò, Stefania Pizzolla del Dipartimento per lo Sport presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci, il delegato della Provincia di Taranto Mino Fabbiano, il capo di gabinetto della Regione Puglia Claudio Stefanazzi, Elio Sannicandro dell’agenzia regionale Asset. L’approvazione del bilancio di previsione, che oltre le risorse già impegnate dal Comune di Taranto è stato rinforzato con 1,5 milioni di euro da parte del Governo e 300mila euro da parte della Regione, consentirà al comitato di avviare concretamente le attività organizzative nel 2021.

«Siamo molto soddisfatti – le parole del sindaco Melucci –, perché l’ampia partecipazione a questo passaggio formale, anche del presidente Malagò, conferma l’attenzione che le istituzioni coinvolte stanno ponendo alla nostra visione di una Taranto alternativa, nella quale i Giochi sono il test di resilienza più importante». Oltre il bilancio, il comitato ha dato via libera alla call pubblica per il coinvolgimento di altri membri sostenitori e ha approvato la prima versione del masterplan dei Giochi. «Lo stanziamento nella prossima legge di Bilancio di 4,5 milioni di euro per l’organizzazione dei XX Giochi del Mediterraneo è il primo passo concreto verso la totale copertura del progetto, che prevede la realizzazione a Taranto di nuovi impianti sportivi e la riqualificazione di quelli esistenti» aveva dichiarato in precedenza il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci, che ha voluto ringraziare in particolare i deputati Pd Ubaldo Pagano e Paolo Lattanzio.

«È merito dell’emendamento da loro proposto – ha spiegato – se queste somme sono state appostate per il triennio 2021-2023. Sono somme importanti, che consentiranno al comitato organizzatore di poter essere operativo. Ora ci aspettiamo azioni conseguenti rispetto alle previsioni che garantiscano, al netto di queste risorse già stanziate, i 290 milioni di euro necessari per realizzare questo meraviglioso evento, che consacrerà la rinascita già in atto della nostra città». Grazie all’impegno dell’onorevole Pagano, inoltre, passa anche l’emendamento che introduce agevolazioni fiscali per i nuovi insediamenti produttivi nelle ZES del Mezzogiorno, Taranto compresa. «Il peso del fisco sui redditi prodotti dalle nuove attività insediate nelle ZES verrà tagliato del 50% per 7 anni – ha aggiunto il primo cittadino –, con la possibilità di una proroga di altri 7 anni lasciando invariati i livelli occupazionali. Oltre all’opportunità lavorativa, è una misura significativa per attrarre imprese e favorire la diversificazione produttiva».

«Grazie all’approvazione di un mio emendamento, il Comitato organizzativo dei XX Giochi del Mediterraneo che si terranno a Taranto nel 2026 potrà avviare le sue attività per preparare al meglio questa importantissima manifestazione» le parole di Ubaldo Pagano, Capogruppo Pd in Commissione Bilancio a Montecitorio. «Quella dei Giochi sarà un’occasione preziosa per rilanciare Taranto. Dobbiamo farci trovare pronti a renderla una vetrina affinché la città e tutto il territorio che ospiterà gli eventi possa trarne beneficio. Per questo sarà necessario che le istituzioni a tutti i livelli diano il loro contributi per la migliore riuscita di questo evento». «Abbiamo stanziato quasi un milione di euro per contribuire al finanziamento delle spese di organizzazione dei Giochi del Mediterraneo previsti nel 2026» le parole invece del consigliere regionale del Pd Michele Mazzarano dopo l’approvazione del ddl contenente le disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2021 e pluriennale 2021-2023 della Regione Puglia.

«Si tratta di un contributo straordinario rivolto al Comune di Taranto – spiega Mazzarano – che consiste in una dotazione finanziaria per l’esercizio 2021, in termini di competenza e di cassa, pari a 300mila euro. La stessa dotazione finanziaria è assegnata, in termini di competenza, per ciascuno degli esercizi finanziari 2022 e 2023. «Questo è solo il primo passo verso la lunga marcia organizzativa – continua – che ci porterà verso i Giochi del 2026 ma si tratta di un passo importante perché la macchina organizzativa è già partita e non possiamo rischiare di farci trovare impreparati. I Giochi del Mediterraneo non sono soltanto un evento sportivo – aggiunge il consigliere regionale – ma una grande occasione di rilancio del territorio ed una opportunità di sviluppo. Il loro costo complessivo, che si aggira intorno ai 290 milioni di euro, consentiranno al Comune di Taranto e all’intera provincia ionica di intervenire sulle infrastrutture, dagli impianti sportivi alla rete stradale, e di implementare la vocazione turistica e culturale del territorio legati alla Magna Grecia. Il mio auspicio è che i Giochi del Mediterraneo, che la Regione Puglia ha fortemente voluto insieme con il Comune di Taranto possano diventare un grande evento per fare di Taranto una capitale del Mediterraneo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche