22 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Aprile 2021 alle 15:06:21

Cultura News

Festival della Valle d’Itria: ecco le anticipazioni

foto di Franco Punzi
Franco Punzi

MARTINA FRANCA – «Dopo il felice esito dell’edizione 2020 realizzata la scorsa estate mentre molti altri festival cancellavano le attività, desideriamo guardare avanti con l’ottimismo che ci contraddistingue da quasi mezzo secolo. È nostro dovere procedere con cautela ma il varo della programmazione del festival 2021 ci permette di portare avanti uno degli appuntamenti fondamentali fra le manifestazioni musicali europee, oltre che un’occasione imprescindibile per il territorio»: con queste parole Franco Punzi, presidente del Festival della Valle d’Itria, conferma la realizzazione della 47a edizione dell’evento che si svolgerà dal 17 luglio al 4 agosto 2021.

La programmazione musicale – preparata dal direttore artistico, Alberto Triola con il direttore musicale, Fabio Luisi – delinea un percorso che va dal Barocco napoletano di Alessandro Scarlatti e Nicola Porpora, attecchito in tutta Europa anche grazie al divismo vocale di Farinelli e dei suoi rivali, per poi arrivare al Classicismo viennese di Haydn e quindi fino a Schubert. La serata inaugurale al Palazzo Ducale è affidata, per la prima volta, a Fabio Luisi con l’oratorio “La creazione”, di Franz Joseph Haydn, nella versione ritmica in italiano approntata nel 1988 (anche allora diretta da Luisi) proprio per il festival pugliese dal celebre filologo Dario Del Corno e che sarà rivista, per questa nuova edizione, dal figlio Filippo, compositore e attualmente assessore alla Cultura del Comune di Milano.

Secondo titolo “La Griselda”, opera seria in tre atti di Alessandro Scarlatti su libretto di Apostolo Zeno, proposta a Palazzo Ducale a 300 anni dal debutto romano nel 1721, al Teatro Capranica di Roma. Il programma completo e la vendita dei biglietti saranno resi noti nei prossimi mesi, appena saranno chiare le disposizioni normative sullo spettacolo dal vivo in relazione all’emergenza sanitaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche