22 Gennaio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Gennaio 2021 alle 15:25:57

News Spettacolo

Un pezzo di cuore sognando Sanremo. Il disco di Emma e Alessandra Amoroso

foto di Emma e Alessandra Amoroso
Emma e Alessandra Amoroso

ROMA – «Vogliamo dare un segnale di ripartenza con questa canzone». È il messaggio che hanno lanciato Emma e Alessandra Amoroso collegate su zoom per la presentazione del singolo “Pezzo di cuore” che le vede insieme, in radio e su tutti gli store e piattaforme digitali da venerdì 15 gennaio.

«La canzone è nata senza essere calcolata prima – ha accennato Emma – Una mattina mi sono svegliata, ho chiamato Dario (Dario “Dardust” Faini è il produttore del brano che ha anche scritto con Davide Petrella, ndr) e dopo Alessandra: abbiamo fatto un lavoro in regime covid-19, con tutte le precauzioni del caso, insomma ‘cotta e mangiata’, come si usa dire». Dal 29 gennaio il brano sarà disponibile in edizione limitata nella versione vinile 45 giri, acquistabile in esclusiva sul sito di Universal Music Italia. «In questo progetto ci ha legato la grande amicizia, la fiducia e il rispetto una dell’altra – ha confessato Alessandra – Finora ognuna di noi aveva fatto delle scelte diverse».

“Pezzo di cuore” è un dialogo tra due donne, due amiche, con due percorsi e due personalità differenti ma entrambe sempre alla ricerca della verità delle loro emozioni; il brano, infatti, parla di trovare il modo giusto per vivere i sentimenti in maniera autentica, a partire dall’amore nei propri confronti. «Non è scontato che due artiste riescano ad entrare in simbiosi – ha sottolineato Emma – La cosa bella é che io e Alessandra dovevamo funzionare bene prima per noi stes se, senza nasconderci da artiste di mondo». «Emma è arriva in un momento giusto della mia vita – ha ammesso Alessandra – Mi batteva forte il cuore e se anche stiamo vivendo un tempo un po’ incerto, questa ripartenza la facciamo a piccoli passi con lo sguardo all’oggi e sul presente».

“Pezzo di cuore” è sicuramente uno dei duetti più attesi degli ultimi dieci anni tra due delle voci femminili più seguite del panorama musicale italiano. «Queta canzone è nata per essere cantata dal vivo – ha sostenuto Emma – È da dieci anni che portiamo vanati una storia discografica e di palazzetti ma il covd-19 è stata una mazzata: l’imperativo è ripartire a tutti i costi». «In passato ho avuto la fortuna di cantare una canzone di Emma e di fare alcune ospitate – ha ricordato Alessandra – Questa volta è stato più emozionante perché nel brano si sentono Alessandra ed Emma molto vicine anche se con due tonalità differenti». Una storia comune e due vite vissute per la musica; le carriere di Emma e Alessandra sono iniziate con la vittoria di “Amici” per poi proseguire su binari paralleli, ognuna alla ricerca della propria identità.

«Maria (De Filippi, ndr) è molto contenta di questo duo ed è molto orgogliosa di queste due sue figlie – ha rivelato Alessandra – Due donne hanno una potenza molto grande, ci siamo volute bene sin da subito, siamo subito entrate in complicità legate dalla stessa passione, dalla terra che ci unisce e spero di essere un esempio per una unione fra donne». Emma pensa anche al tour nei palasport, inizialmente previsto lo scorso autunno, posticipato a maggio prossimo. «Cercherò di portare avanti il tour dei dieci anni di carriera – ha sentenziato Emma – Ho bisogno di portare dal vivo i miei musicisti dopo un coito interrotto a causa del covid-19: Alessandra sarà ospite ovunque lo riterrà opportuno». Questo progetto potrebbe avere un futuro più articolato e ampio, come hanno fatto in passato Mina e Celentano. «Un disco insieme sarebbe meraviglioso – ha riflettuto Alessandra – Siamo due amiche prima di essere due colleghe, ci troviamo molto bene insieme, e aspettiamo quello che vorrà Dio».

Emma e Alessandra si vocifera possano essere insieme al prossimo festival di Sanremo. «Siamo state già insieme a Sanremo 2012 nella serata dei duetti – ha fatto notare Emma – È stato molto bello e mi dicevo che potevo fidarmi di Alessandra: è un palco importante, ero alle prime armi, anche se in precedenza ci ero stata con i Modà, e saremmo ben contente di ritornarci». «Non ci hanno ancora fatto sapere nulla per Sanremo, nessuno ci ha chiamate – ha precisato Alessandra – Se ci chiamano diremmo subito di sì: siamo un esempio che le cose belle possono accadere». Nell’arco degli ultimi dieci anni Emma e Alessandra Amoroso hanno condiviso il palco ritrovandosi a vivere insieme momenti fondamentali della loro carriera o ancora a lottare per importanti battaglie sociali, contro preconcetti e violenze della nostra società: adesso, con questo duetto raccontano senza filtri il loro concetto di amore. «Gli ho dato un abbraccio nel 2010 quando ha vinto “Amici”, bello, sincero e viscerale – ha osservato Alessandra – Vederlo riportato ad oggi, sulla copertina di un brano cui sono molto legata, è un mio pezzo di storia». «Siamo due amiche, due donne, non siamo due cretine – ha concluso Emma – Siamo due ragazze non da talent, abbiamo tenuto botta con le nostre capacità, abbiamo tenuto duro, siamo due ragazze che si fanno un mazzo dalla mattina alla sera, siamo qua come due artiste consapevoli del lavoro che abbiamo alle spalle»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche