18 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Aprile 2021 alle 18:16:49

Cronaca News

Authority del Porto, Sergio Prete confermato presidente


Authority del Porto, Sergio Prete confermato presidente

Sergio Prete resta alla guida dell’Authority. Il ministro delle Infrastrutture e trasporti, Paola De Micheli, ha nominato Sergio Prete presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar Ionio, porto di Taranto. Prete è stato confermato per un secondo mandato quadriennale. Il decreto del ministro De Micheli arriva dopo l’intesa con la Regione Puglia del 27 novembre scorso e delle audizioni parlamentari, nelle competenti commissioni di Camera e Senato, dello stesso Prete. Commissioni che esprimono un parere consultivo. L’incarico a Prete era scaduto l’8 novembre scorso, poi prorogato per 45 giorni e anch’esso scaduto sotto Natale.

Poiché l’iter di nomina non si era ancora perfezionato, a fine anno il ministro De Micheli aveva temporaneamente nominato Prete commissario dell’Authority. «La conferma di Sergio Prete a presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar Ionio, è una notizia importante per la continuità dell’attività di gestione dell’ente. Nelle scorse settimane avevo sostenuto la necessità di riconfermare il Presidente Prete affinché non ci fossero ripercussioni sulla prosecuzione delle opere infrastrutturali già avviate all’interno dello scalo jonico. Esprimo quindi grande soddisfazione per la scelta del Ministero dei Trasporti». Cosi il Sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega alla programmazione economica e agli investimenti, sen. Mario Turco.

«Nell’anno che si è appena concluso ho avuto modo di lavorare attivamente con il Presidente Sergio Prete, nel perimetro del Contratto Istituzionale di Sviluppo per potenziare lo scalo jonico e renderlo competitivo all’interno dello scacchiere del Mediterraneo – aggiunge il Sottosegretario – Nonostante la pandemia e la conseguente crisi economica, siamo riusciti a realizzare progetti importanti come la realizzazione del Centro Scientifico Merceologico a supporto dei traffici portuali e del settore agroalimentare, il piano di completamento della bonifica e reindustrializzazione dell’area ex yard Belleli per insediamento del Gruppo Ferretti, il trasferimento in capo all’Autorità portuale della realizzazione del Progetto Distripark, la cessione dell’ex banchina torpediniere per uso turistico, nonché l’istituzione della Zona Franca Doganale. Tali risultati sono arrivati grazie ad una costante collaborazione con l’obiettivo comune di creare sviluppo attorno alla città di Taranto».

Confcommercio Taranto: «La conferma di Prete all’Asp Taranto da parte della ministra delle Infrastratture e trasporti, Paola De Micheli, è particolarmente significativa poiché coincide con la ripresa dell’attività del porto (in concessione al gruppo Yilport) dopo 5 anni di fermo; nel 2021 infatti secondo le previsioni dovrebbe finalmente riprendere il traffico container. Archiviato un 2020 disastroso per Taranto, come per tutta la portualità italiana, si auspica nella ripresa dei traffici marittimi e nella prosecuzione dell’attività di ammodernamento infrastrutturale del porto di Taranto. Nell’ultimo decennio il porto di Taranto ha intrapreso un percorso di diversificazione dei traffici marittimi, molto importante in considerazione di uno sviluppo alternativo dell’economia del territorio alla monocultura industriale e di un rilancio dello scalo tarantino in più direzioni. La riconferma di Prete darà continuità al percorso di diversificazione avviato». Giancarlo Turi, segretario generale della Uil di Taranto.

«A nome della Uil tutta, Confederale e di Categoria, e mio personale Le esprimo la massima soddisfazione per la sua riconferma nella carica di Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Jonio. Le vicende che riguardano – e hanno riguardato – il Porto di Taranto rivestono estrema significante importanza tra gli asset insistenti sul nostro Territorio per il suo sviluppo socioeconomico e auspicavamo – per autorevolezza, professionalità, visione – la Sua riconferma. Le auguriamo, pertanto, buon lavoro e le riconfermiamo la nostra disponibilità a confrontarci sulle questioni che riguardano questa fondamentale infrastruttura per la Comunità, per il Paese». Michele Conte, presidente The International Propeller Club Port of Taras. «L’intero Consiglio Direttivo del Propeller Club di Taranto si unisce al Suo Presidente, Michele Conte, per esprimere le congratulazioni al Socio e Amico, Sergio Prete per la conferma ricevuta poco fa, dalla Ministra De Micheli, della Sua nomina a Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio per il prossimo quadriennio.

È un segnale importante quello ricevuto dal Governo nazionale che ha saputo ascoltare la voce del territorio e della comunità portuale locale unita nel sostenere che in questo momento storico così delicato per il Porto di Taranto, fosse necessario assicurare continuità all’attuale guida manageriale dell’ente portuale per non arrestare il processo di rilancio dello scalo jonico. Sappiamo con certezza che il compito assegnato al Presidente Prete non sarà affatto semplice, tenuto conto della complessità delle vicende che riguardano il nostro Porto ed è per questo che vogliamo fargli i nostri migliori auguri per il lavoro che lo aspetta. In questo percorso potrà contare sul sostegno del Propeller Club Port of Taras che, come sempre, lavorerà per diffondere la cultura del mare e promuovere il rilancio dell’economia marittima nella nostra Città».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche