06 Marzo 2021 - Ultimo aggiornamento il: 05 Marzo 2021 alle 18:00:25

Cronaca News

Video porno con minori, un arresto a Taranto


Avrebbe diffuso immagini pedopornografiche on line. La Polizia Postale ha arrestato un operaio tarantino di quarantaciqnue anni, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Lecce. L’uomo è accusato di aver detenuto e diffuso, attraverso un cloud a lui riconducibile, una ingente quantità di foto e video a contenuto pedopornografico. Molte immagini mostravano bambini anche in tenera età durante atti sessuali espliciti con adulti.

Durante una perquisizione sono stati rinvenuti filmati e immagini archiviati su diversi dispositivi, anche telefonici. Nel cloud, posto sotto sequestro, l’operaio custodiva inoltre un link per l’accesso a cartelle la cui fruizione era consentita pubblicamente, senza necessità di password, per una agevole diffusione. L’arresto del quarantacinquenne al termine di indagini avviate dalla Polizia Postale di Foggia, coordinate inizialmente dalla Procura di Bari e che hanno portato al decreto di perquisizione, poi continuate dalla Procura di Lecce. Aveva toccato Taranto, un mese fa, una indagine della Polposta per il contrasto della pedopornografia on line. Infiltrando agenti sotto copertura in Telegram e WhatsApp aveva smantellato 16 associazioini criminali dedite alla diffusione di materiale pedopornografico. Indentificati oltre 150 gruppi di pedofili. Coinvolte in tutto il mondo 432 persone. Ottantuno gli italiani indagati, tra i quali un tarantino. In azione oltre 300 agenti della Polizia Postale che avevano eseguito perquisizioni e arresti in flagranza in 53 province e 18 regioni italiane. E’ la più imponente operazione di Polizia degli ultimi anni contro la pedopornografia on line.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche