05 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 04 Dicembre 2021 alle 06:54:46

Cronaca News

Trovato in casa con pistola e soldi: arrestato


– Nascondeva una pistola e 40mila euro nella camera da letto: un quarantatreenne tarantino arrestato dalla Polizia di Stato. Gli agenti della Squadra Volante sono intervenuti nella notte tra giovedì e venerdì, in una via del centro cittadino dopo aver ricevuto la segnalazione di un ciclomotore dato alle fiamme. Una volta accertata la proprietà della moto, gli agenti hanno contattato la proprietaria, una donna di ventiquattro anni, che alla notizia è scoppiata in lacrime.

Comportamento che ha insospettito gli agenti facendo emergere il dubbio che dietro l’incendio potesse nascondersi una realtà molto più complessa. Ha avuto così inizio un paziente colloquio con la donna dal quale è emersa una storia di violenze familiari. Dal racconto è quindi emerso che il compagno della madre, un tarantino di quarantatrè anni, già noto alle forze dell’ordine, da tempo usava dei modi minacciosi e violenti sia nei confronti della sua compagna che nei confronti della giovane che in più occasioni aveva tentato di difenderla. Nel corso di uno di questi episodi, l’uomo è arrivato anche a minacciare le due donne con una pistola. Questo aspetto ha allarmato ancor più i poliziotti della Sezione Volanti i quali hanno deciso di procedere ad una perquisizione in casa dell’uomo, nel quartiere Tamburi, per rinvenire l’arma che il 43enne avreebbe utilizzato per minacciare le due donne. L’operazione ha dato ben presto i suo i frutti: in una intercapedine della camera da letto, gli agenti hanno recuperato una pistola marca Beretta calibro 7.65 con matricola limata, completa di caricatore con all’interno quattro colpi di cui uno ancora in canna e quindi pronta a far fuoco. I poliziotti hanno rinvenuto anche una busta di cellophane contenente 40mila euro in banconote di vario taglio.

Nel marsupio dell’uomo inoltre è stato rinvenuto un coltello a scatto con una lama lunga nove centimetri La pistola, il coltello ed il denaro, soldi sui quali sono in corso indagini per stabilirne la provenienza, sono stati posti sotto sequestro. Sulla calibro 7.65 sarà eseguita una perizia balistica per accertare se sia stata utilizzata in episodi criminosi che sono avvenuti di recente nel capoluogo jonico. Il 43enne è stato accompagnato negli Uffici della Questura e, dopo le formalità di rito, è stato dichiarato in arresto per detenzione abusiva di arma e meso a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche