17 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Aprile 2021 alle 18:16:49

News Provincia

Coronavirus, a Fragagnano “la spesa te la portiamo noi”


FRAGAGNANO – Coronavirus: La spesa te la portiamo noi – Iniziativa dell’amministrazione comunale Ciò che almeno di buono è scaturito dall’emergenza Covid-19, sono stati i tanti servizi gratuiti alla persona nati spontaneamente un po’ ovunque.

Proprio da queste esperienze è stato predisposto dal Comune di Fragagnano capeggiato dal sindaco Giuseppe Fischetti, un apposito servizio di consegna spesa a domicilio rivolto a persone impossibilitate a provvedere diversamente all’acquisto. “La spesa te la portiamo noi” così il nome dato all’iniziativa per la consegna domiciliare della spesa, dall’assessore alle Politiche Sociali Serena Bisanti e dal collega alle Attività Produttive Massimiliano Cannalire entrambi del Comune fragagnanese che, nell’occasione, si sono avvalsi della collaborazione con l’associazione Misericordia di Lizzano. I beneficiari di questo servizio gratuito saranno tutte le persone affette da Covid-19, quelle sottoposte a quarantena fiduciaria e gli anziani non autosufficienti (privi di mezzi privati di trasporto).

Tutte e tre le categorie devono ovviamente essere prive di una rete familiare che possa aiutarli e, come richiedenti, devono concordare direttamente con il commerciante la modalità di pagamento della spesa, che avverrà successivamente alla consegna. I volontari che saranno impegnati in questo servizio, infatti, non possono in alcun modo maneggiare denaro. Il servizio de “La spesa te la portiamo noi” si svolgerà nei giorni di lunedì e venerdì della settimana chiamando il numero 099/9551110. Un altro contributo sicuramente importante dato dall’Amministrazione Fischetti soprattutto per aiutare le persone più in difficoltà in questa tragica pandemia e che contribuisce pure a diffondere il più rapidamente possibile non il virus ma il messaggio #iorestoacasa. Ridurre all’essenziale gli spostamenti e i diversi contatti tra la gente, rappresenta senz’altro uno dei tanti modi per combattere questa epidemia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche