28 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 28 Novembre 2021 alle 17:57:00

Calcio News Sport

Il rilancio rossoblù, «Squadra all’altezza»


Abayan fa quello che deve fare: segna. Guaita lo imita, su calcio di rigore. E il Taranto torna a vincere, dopo il giro a vuoto con il Fasano, superando l’ostacolo Lavello e rilanciandosi nella corsa alla promozione. Il 2-0 dello Iacovone vale tanto, non solo per la classifica ma anche come ‘segnale al campionato’.

“I ragazzi hanno dimostrato di essere all’altezza. Siamo forti mentalmente. Se nel primo tempo avessimo avuto un po’ più di gamba, probabilmente avremmo potuto chiudere con un vantaggio più largo. Una squadra forte si vede proprio quando riesce a reagire ai momenti negativi” ha dichiarato il tecnico rossoblù Laterza. “Adesso potremo lavorare di più sul campo con la speranza che non ci siano più intoppi. Questo campionato è molto più difficile di quelli degli altri anni, non solo per la forza delle squadre, ma soprattutto per i fattori esterni” ha aggiunto il trainer ionico. Primo gol tarantino per Abayan: “Il mio gol è arrivato in un momento difficile per noi. Prima della rete abbiamo sofferto, dopo ci siamo tranquillizzati e abbiamo gestito bene il risultato. Ogni attaccante vive per il gol ma quando arrivi in una squadra ambiziosa l’importante è vincere, non importa chi segna”. Leo Guaita ha voluto ringraziare i suoi compagni: “Abbiamo tanti rigoristi in squadra ma tutti hanno voluto che lo battessi io. Li ringrazio perché sapevano quanto volessi segnare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche