20 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Aprile 2021 alle 20:01:12


Amministrazione Melucci e Lega Navale Italiana: un protocollo d’intesa per promuovere la risorsa mare e favorire l’accessibilità. La piena accessibilità alle aree della scarpata del lungomare Vittorio Emanuele III è uno dei punti qualificanti del protocollo d’intesa sottoscritto dal Comune di Taranto e dalla sezione cittadina della Lega Navale Italiana.

Il documento, firmato dal sindaco Rinaldo Melucci e dalla presidente Rosangela Martongelli, contiene una piattaforma convenzionale molto innovativa che, oltre alla condivisione di buone prassi e all’organizzazione di iniziative ed eventi, impegna l’ente comunale nell’abbattimento delle barriere architettoniche che non consentono la completa fruibilità dell’area demaniale in concessione alla Lega Navale. «Questa intesa è la risposta alla domanda di attenzione che ci è pervenuta dalla presidente Martongelli – le parole del primo cittadino –. La nostra è una città sul mare che, purtroppo, per molto tempo ha voltato le spalle a questa risorsa. Con il nostro piano di transizione abbiamo deciso di tornare al mare e, in questo scenario, la collaborazione con realtà come la Lega Navale ci è parsa imprescindibile. Li ringraziamo per quanto fatto fino a oggi e per il coraggio che hanno avuto a sottoporci l’esigenza di garantire l’accessibilità alle loro iniziative anche ai cittadini più fragili: con l’imminente SailGP e con i Giochi del Mediterraneo del 2026 siamo certi che la Lega Navale avrà un ruolo ancor più centrale nella promozione della città». Taranto ospiterà la seconda tappa del gran premio dei catamarani più veloci del mondo – SailGP – il 5 e 6 giugno prossimi, e dopo gli incontri preliminari si è insediato nei giorni scorsi un tavolo di lavoro allargato a enti e istituzioni coinvolti.

Guidato dal sindaco Rinaldo Melucci, questo tavolo lavorerà alla definizione dei dettagli organizzativi della manifestazione destinata a richiamare migliaia di appassionati, e non solo, sul lungomare di Taranto. «Un appuntamento di questa portata – ha commentato il primo cittadino – prevede il coordinamento di molteplici fattori, che vanno dalla logistica portuale alle autorizzazioni, fino all’individuazione degli spazi che ospiteranno race village e tribune per gli spettatori. Siamo di fronte a un evento planetario, un’enorme occasione di visibilità per la nostra città, che sta tornando ad abituarsi a palcoscenici importanti. Un ringraziamento a tutti gli enti coinvolti per la disponibilità e il contributo che stanno offrendo all’organizzazione della tappa tarantina di SailGP». Il tavolo, che tra gli altri ha coinvolto la Marina Militare, l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio, la Camera di Commercio, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, la Federazione Italiana Vela, tornerà a riunirsi per approfondire le questioni affrontate nella riunione di ieri, con particolare riguardo agli specifici adempimenti di competenza per ogni attore coinvolto.

Una delegazione di SailGP, la più importante gara internazionale di catamarani che si svolgerà a Taranto nella prima settimana di giugno 2021, ha incontrato nei giorni scorsi i team di lavoro del Comune di Taranto e dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio, per un primo ciclo di riunioni operative mirato a definire soprattutto le esigenze logistiche della manifestazione e a eseguire alcuni sopralluoghi sulle aree deputate a ospitare la competizione e gli attesi visitatori. La tappa tarantina di SailGP, organizzata dall’ente civico e che coinvolgerà stakeholder pubblici e privati locali, sarà segnata da numerose attività collaterali che si svolgeranno tra il porto e la città, per le quali è necessario prevedere con largo anticipo un protocollo molto sofisticato. «Nei giorni in cui verrà allestito il “race village” per le migliaia di ospiti e fan attesi, e soprattutto nelle giornate dedicate alle regate – il commento del primo cittadino ionico –, Taranto vivrà un’esperienza sportiva e mediatica senza precedenti e dobbiamo fare in modo che nulla sia lasciato al caso».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche