25 Febbraio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 24 Febbraio 2021 alle 20:03:42

News Provincia

Il sindaco di Massafra: «Misure anticovid urgenti fino al 28 febbraio»

Palazzo di Città di Massafra
Palazzo di Città di Massafra

MASSAFRA – Fino al prossimo 28 febbraio nella Tebaide d’Italia saranno adottate le misure urgenti di contenimento del contagio da Covid-19. Intanto è di queste ore la notizia che a Massafra c’è la viariante inglese: 11 casi su 13 e quindi l’84%.

“Il sindaco Fabrizio Quarto, visto il recente preoccupante incremento dei casi di positività al Covid-19 registrato a Massafra, come da comunicazioni del Dipartimento di Prevenzione della Asl, e considerato che in alcune aree cittadine si concentra un notevole numero di esercizi di somministrazione di alimenti e bevande che divengono centri di aggregazione, determinando situazioni di mancato rispetto delle norme sul distanziamento sociale- viene sottolienato in una nota stampa dell’amministrazione comunale- ha adottato ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, emettendo una ordinanza. Con tale provvedimento il sindaco ha disposto fino al 28 febbraio il divieto di stazionamento nella lottizzazione Sant’Oronzo, piazza V. Emanuele, piazza Garibaldi, piazza Dante, piazza Scarano, piazza Croce Rossa, lottizzazione Santa Caterina, Case Italsider, Parco Madre Teresa di Calcutta, piazza Baden Powell, piazza Nassiriya, piazza Santi Medici. E’ fatta salva la possibilità di attraversamento delle aree solo per accedere agli esercizi pubblici e agli esercizi commerciali legittimamente aperti, nonché alle abitazioni private compresi nell’area e per il deflusso dall’area. Disposte anche la chiusura del cimitero comunale e la chiusura, con contestuale divieto di utilizzo dell’area fitness in via Livatino e dello Skate Park sito in piazza Nassiriya.

C’è anche la sospensione delle attività didattiche in presenza delle scuole dell’infanzia, delle primarie e delle secondarie di primo e secondo grado, la sospensione delle attività degli asili nido e delle ludoteche sia pubblici, sia privati, ricadenti nel territorio del Comune con svolgimento, ove possibile, dell’attività a distanza (cosiddetta Dad) con organizzazione integralmente demandata all’autonomia delle istituzioni scolastiche Disposta, infine la chiusura dalle 18.00 alle 5.00 del giorno seguente di tutti i distributori automatici di alimenti e bevande. fatta eccezione per le cosiddette “Casette d’acqua”- nonché di quelli presenti in uffici e strutture pubbliche. La violazione dei divieti stabiliti dall’ordinanza è punita con la sanzione amministrativa da euro 400 a 1.000 euro. Intanto Italia Viva di Massafra si fa portavoce delle preoccupazioni di tanti cittadini che in questi giorni chiedono maggiore e costante informazione circa la situazione epidemiologica da Covid19 sul territorio comunale.

“La mancanza di un quadro giornaliero dei dati, come invece avviene in altri Comuni, non consente di avere un quadro chiaro Il sindaco Vito Parisi: «Priorità e tutela per i nostri anziani» della situazione – si legge in una nota del partito di Renzi – non si conosce il numero dei tamponi effettuati (sia antigenici che molecolari), dei positivi riscontrati, delle quarantene disposte, del numero dei guariti e del numero dei positivi attivi completo della curva di rilevazione dei contagi. Non c’è una comunicazione istituzionale efficace e trasparente, finalizzata a favorire una reale percezione del pericolo di diffusione del virus, e conseguenti comportamenti più responsabili da parte di tutti i cittadini. L’ultimo comunicato risale a quasi un mese fa, al 22 gennaio. Rendere noto saltuariamente il numero dei positivi riscontrati, non consente una corretta valutazione della reale incidenza dei soggetti positivi. Senza contare che l’esatta conoscenza dell’andamento epidemiologico giornaliero consente la programmazione in sicurezza delle attività che più interessano la collettività. L’amministrazione Quarto, in questi mesi ha comunicato pochi dati- prosegue il comunicato stampa di Italia Viva- chiediamo di conoscere, con sollecitudine, il numero dei tamponi effettuati, sia antigenici che molecolari, i positivi riscontrati, le quarantene disposte, il numero dei guariti, il numero di decessi e il numero dei positivi attivi, giorno per giorno, dal primo gennaio 2021 alla data di oggi e per i giorni successivi, così come comunicati giornalmente dalle autorità preposte. Ribadiamo la nostra piena e totale disponibilità a collaborare- conclude la nota del partito di renziper la gestione di questa difficile emergenza sanitaria”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche