23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 07:08:31

Cronaca News

Le radici tarantine dell’ambasciatore eroe

foto di Luca Attanasio
Luca Attanasio

La sua storia, il suo impegno e la sua tragica fine hanno commosso l’Italia. Scorreva anche sangue tarantino nelle vene di Luca Attanasio, l’ambasciatore italiano ucciso in Congo, in un agguato, insieme al carabiniere Vittorio Iacovacci, addetto alla sua scorta, e al loro autista, Mustapha Milambo. “Con Luca Attanasio, ci sentivamo sempre per le feste, per gli auguri. L’ultima volta che l’ho sentito è stata a Natale per messaggio, ci siamo scambiati gli auguri. Nelle sue vene scorre sangue tarantino”. Valeria Todaro, dipendente dell’Autorità portuale di Taranto, cugina diretta di Attanasio, ha raccontato infatti all’agenzia Agi.

Tutti i particolari nell’edizione di oggi di Taranto Buonasera in distribuzione fin dal mattino. Per leggere subito online basta abbonarsi ad un prezzo lancio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche