04 Agosto 2021 - Ultimo aggiornamento il: 04 Agosto 2021 alle 20:35:00

News Spettacolo

Il “Cuore meridiano” dei Radiodervish in scena dal Fusco

foto di I duefondatori del gruppo dei Radiodervish
I duefondatori del gruppo dei Radiodervish

Sarà un omaggio alla città di Taranto quello che domenica, 28 febbraio, alle 19,30, i Radiodervish proporranno in diretta streaming dal palco del Teatro comunale Fusco, mettendo in scena il reading musicale dal titolo “Cuore meridiano”. Protagonisti i due fondatori del gruppo, Nabil Salameh (voce, chitarra e percussioni) e Michele Lobaccaro (chitarra, basso e piano), ospiti del Taranto Jazz Festival, evento organizzato dall’associazione Taranto Jazz Festival e dal Comune di Taranto. Durante la diretta, i due musicisti proporranno la musica di grandi artisti e cantautori come Moustaki, De André, Idir, Modugno, Teodorakis, Fairuz, Battiato, Beatles ed altri che hanno ispirato il loro repertorio, riletta alla luce del loro originale stile meridiano.

«Siamo particolarmente felici di portare sul palco del nostro teatro comunale un gruppo come i Radiodervish – commenta l’assessore alla cultura, Fabiano Marti – Taranto è un ponte naturale tra le diverse anime del Mediterraneo e lo è per genetica geografica e per storia; da sempre una città propensa all’apertura verso altre culture e dalla Magna Grecia fino ad oggi questa terra e i suoi abitanti hanno dimostrato come sia possibile la convivenza tra popoli». Lo spettacolo rientra nel già corposo elenco di eventi che hanno caratterizzato e continueranno a caratterizzare l’offerta culturale della città, un poetico tassello in più quello di domenica prossima che è possibile grazie alla volontà dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Rinaldo Melucci di rilanciare Taranto sotto un nuovo profilo culturale, spaziando dalla letteratura, alla musica e al teatro. L’evento sarà fruibile gratuitamente in diretta streaming dalle pagine Facebook di Taranto Jazz Festival, Radiodervish, Teatro Comunale Fusco ed Ecosistema Taranto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche