11 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 11 Aprile 2021 alle 08:07:16

Cronaca News

Indotto del siderurgico senza soldi, sos dei sindacati al prefetto

foto di Lavoratori durante un sit in
Lavoratori durante un sit in

Ritardi nei pagamenti. Un problema che si trascina da tempo causando difficoltà a catena nelle aziende dell’indotto del Siderurgico. I sindacati chiedono ancora una volta l’intervento del prefetto Demetrio Martino lamentando problemi nei pagamenti da parte di ArcelorMittal alle imprese e, di conseguenza, da queste ultime ai dipendenti. Fim, Fiom, Uilm e Usb segnalano “gravi ritardi delle retribuzioni del mese di gennaio dei lavoratori dell’appalto e dell’indotto ArcelorMittal Taranto, legati ai mancati pagamenti di quest’ultima nei confronti delle aziende”.

Si tratta di una “condizione che si protrae da tempo e che potrebbe sfociare in tensioni sociali” evidenziano le organizzazioni di categoria dei metalmeccanici per sollecitare, ancora una volta nelle ultime settimane “un incontro urgente, come già richiesto con la precedente comunicazione del 11 febbraio scorso e rimasta inevasa”. Se non arriverà una convocazione in tempi brevi, le organizzazioni sindacali preannunciano che passeranno alla mobilitazione e lunedì prossimo terranno un sit in dei lavoratori delle ditte dell’appalto davanti alla Prefettura. Dall’inizio di febbraio, in altre due occasioni, i sindacati hanno sottoposto all’attenzione del prefetto Martino i ritardi dei pagamenti dell’azienda siderurgica alle imprese, con inevitabili ripercussioni sui lavoratori. Anche il presidente di Confindustria Antonio Marinaro, in una lettera al presidente del Consiglio Mario Draghi fra le altre problematiche ha messo in risalto lo stesso problema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche