15 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 15 Aprile 2021 alle 16:13:34

Cronaca News

Armi, fiumi di droga e soldi falsi. Il blitz dei carabinieri. Il video

foto di Armi, fiumi di droga e soldi falsi. Il blitz dei carabinieri
Armi, fiumi di droga e soldi falsi. Il blitz dei carabinieri

Un vero e proprio arsenale, ma anche fiumi di droga e persino soldi falsi. I Carabinieri della Stazione di Palagiano, con il prezioso ausilio di personale del Nucleo CC Cinofili di Modugno, hanno tratto in arresto, per detenzione di stupefacenti, detenzione di armi clandestine, detenzione abusiva di materiale esplodente e possesso di banconote false, un 38enne di Palagiano, operaio, già noto alle forze dell’ordine.

Questa mattina, con la collaborazione dell’unità cinofila di nome CHICHI, i carabinieri hanno sottoposto a perquisizione due immobili.

Grazie all’infallibile fiuto del cane CHICHI, i militari hanno subito individuato, sotto il pavimento in legno di un soppalco, un’intercapedine all’interno della quale sono stati rinvenuti:

–        circa 30 chilogrammi di haschisch suddivisi in panetti;
–        1 kg di cocaina;
–        4 pistole, di cui, due semiautomatiche e una a tamburo tutte con matricola abrasa, ed una pistola a salve;
–        100 cartucce di vario calibro e marca;
–        un taser ed una balestra.

Nel giardino di pertinenza di altra abitazione utilizzata dalla stessa persona, e più precisamente all’interno di un bidone in plastica sigillato e sotterrato, sono stati invece rinvenuti:

–        2 fucili, entrambi a canne mozze, di cui uno con matricola abrasa e l’altro con matricola su cui sono in corso accertamenti;
–        6 pistole, fra cui 5 con matricola abrasa e 1 priva di matricola, con i rispettivi caricatori provvisti di cartucce e pronte per l’uso;
–        160 cartucce di vario calibro e marca;
–        un silenziatore artigianale;
–        un giubbotto antiproiettile;
–        diversi bilancini di precisione;
–        una maschera carnevalesca;
–        13 ordigni di manifattura artigianale di circa 100 grammi l’uno, confezionati con carta, polvere pirica e micce a lenta combustione, che sono già stati fatti brillare a cura di personale artificiere del Nucleo Investigativo di Taranto;

–        49 banconote da € 10,00 contraffatte.

Allo stato, sono diverse le ipotesi al vaglio degli inquirenti circa la provenienza e la destinazione d’uso di quanto rinvenuto, debitamente sottoposto a sequestro. Il 38enne è stato condotto presso la Casa Circondariale del capoluogo jonico.

Ecco il video realizzato da Francesco Manfuso con anche le dichiarazioni degli inquirenti:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche