21 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Aprile 2021 alle 20:01:12

foto di CJ Taranto
CJ Taranto - foto Aurelio Castellaneta

Si ferma in Calabria, per la precisione a Reggio Calabria la corsa del CJ Basket Taranto che incappa in una serata no al tiro e perde la sua imbattibilità dopo 13 partite di campionato. Al PalaCalafiore vince la Pallacanestro Viola 57-55 brava a colpire sempre nei momenti decisivi del match, pronta in avvio di ogni quarto, trascinata da Fall (14 punti con 7/9 al tiro) e dalle triple di Genovese (15 punti) e degli altri per un totale di 8. Tiro che è mancato a Taranto con le polveri bagnate dalla lunga distanza (2/19) e che ha pagato soprattutto l’assenza di Azzaro bloccato da un problema fisico e in panchina solo per onore di firma. Matrone (18 pti), Stanic (13) e Morici (10) in doppia cifra stavolta non bastano per ribaltare il risultato. Coach Olive recupera Stanic ma perde Azzaro. Il capitano va subito in quintetto con Duranti, Bruno, Matrone e Morici.

Coach Bolignano risponde con Barrile, Fall, Gobbarto, Mascherpa e Genovese. Di Matrone il primo canestro del match, calda caldissima la mano dalla distanza della Viola che colpisce con due triple di Mascherpa e Gobbato, 6-2. Morici e ancora Matrone riportano Taranto a contatto, 8-6. Ma è una buona Reggio Calabria che trova in Roveda e Prunotto contributo dalla panchina e un’altra tripla di Genovese chiudendo avanti 13-8 il primo quarto. Fall e Genovese in apertura di secondo quarto allungano a -8 il gap rossoblu. La reazione arriva, finalmente, quando si accende capitan Stanic, 5 punti in fila e 7-0 break che riportano il CJ in scia. Il sorpasso è maturo e arriva con il canestro di Duranti, 18-19 poi ancora Stanic e Matrone arrotondano a 13-1 il parziale rossoblu. Fall rimette in carreggiata la Viola, prima di un’altra tripla di Genovese per il controsorpasso, 24-23.

Finale di primo tempo punto a punto con la Viola che va negli spogliatoi avanti 26-25. Yande Fall comincia ancora alla grande il terzo quarto, è lui a trascinare la Viola che piazza in uscita dall’intervallo un break di 10-2. Taranto come nel primo quarto si ritrova a inseguire e si affida ancora a Matrone che fa 4 punti e dimezza il gap. La tripla di Tato Bruno vale il 40-36 ancora per i padroni di casa prima di altri 4 punti a segno dell’ineccepibile Matrone che pareggia il conto a 40. Nel finale tripla di Roveda e canestro di Stanic, 43-42 alle soglie dell’ultimo quarto. Il CJ paga ancora dazio in avvio, Prunotto e Gobbato a segno per il +6 Viola. A ricucire lo strappo ci pensa il solito Matrone ma come successo in altri momenti cruciali della gara Reggio Calabria trova le triple importanti al momento giusto, prima Barrile e poi Gobbato per il 55-48 a 3’ dalla fine. Morici non ne vuole sapere di arrendersi e riporta Taranto a -4 a 2’ dalla fine, l’1/2 di Duranti dalla lunetta vale il -3 con un minuto ancora da giocare. Ci sarebbe lo spazio per andare almeno ai supplementari ma stavolta, a differenza del recente passato, il ferro sputa le triple in successione di Stanic e Morici. Quando Tato Bruno va in lunetta a 12” dal termine c’è ancora una flebile speranza, segna il primo e sbaglia il secondo, il rimbalzo però è preda di Fall che mette la parola fine all’imbattibilità rossoblu ma non di certo al campionato del CJ Taranto che domenica al PalaFiom cercherà pronto riscatto contro Bisceglie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche