24 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 24 Ottobre 2021 alle 22:59:00

Cronaca News

Tecnica della forchetta per rubare al postamat ai Tamburi

foto di Bancomat sotto attacco
Bancomat sotto attacco

“Tecnica della forchetta” per rubare nelle postazioni postamat e bancomat: un tarantino denunciato dalla Polizia di Stato. A tarda notte gli agenti della Squadra Volante, stavano eseguendo cointrolli, come di consueto, nelle strade del quartiere Tamburi, quando hanno visto uscire da una traversa di via Orsini una Smart sospetta. Visto che nelle adiacenze è installato uno sportello “postamat”, i poliziotti, insospettiti, hanno deciso di approfondire la questione, decidendo di controllare l’auto. Sin dalle prime battute l’uomo che era al volante della Smart, un trentunnne già noto alle forze dell’ordine e residente nel vicino quartiere Paolo VI, ha mostrato evidenti segni di nervosismo giustificando la sua presenza nella zona con la necessità di effettuare un prelievo di contanti al postamat.

Ha poi mostrato una ricevuta di prelievo per giustificare le sue dichiarazioni. Ma il suo comportamento estremamente agitato non ha convinto i poliziotti i quali hanno deciso di procedere ad un accurato controllo nell’abitacolo della Smart. Nel cruscotto, oltre ad un involucro di cellophane termosaldato contenente cocaina, gli agenti, all’interno di un marsupio, che era stato nascosto sotto il sedile, hanno rinvenuto due fermacapelli da donna sagomati artigianalmente e con le estremità modellate, usati in alcuni casi per i furti con la cosiddetta “tecnica della forchetta”.

La tecnica consiste nell’inserimento di un piccolo oggetto metallico nella fessura dei bancomat da cui fuoriescono le banconote, usata così per frodare i clienti di uffici postali e di isituti di credito e rubare loro il denaro. Accompagnato negli uffici della Questura, il trentunenne è stato così denunciato a piede libero per possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso e segnalato alla Prefettura come assuntore di sostanze stupefacenti. L’uomo è stato inoltre sanzionato dagli agenti della Questura per la violazione delle vigenti norme “anti- Covid”. L’autovettura Smart è stata posta sotto sequestro in quanto priva di copertura assicurativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche