15 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 15 Aprile 2021 alle 16:13:34

Cronaca News

Francesca Intermite: «Prepariamoci ad accogliere i crocieristi»

foto di Francesca Intermite
Francesca Intermite

«Taranto entra nella nuova programmazione sulla rotta tirrenico-jonica delle crociere Msc. Finalmente una notizia assolutamente positiva». Francesca Intermite, presidente di CasaImpresa accoglie con entusiasmo la novità a poche ore dalla ufficialità.

«Il capoluogo jonico – prosegue l’imprenditrice – dal 1° maggio, insieme a Siracusa, sarà nell’ itinerario della Msc e questo non è certamente poco sulla strada che va verso la costruzione di una nuova economia, sganciata dalla monocultura dell’acciaio. Il turismo come alternativa allo sviluppo che ha dominato finora, con la promozione dell’isola, quindi del Borgo antico, del Castello Aragonese e del Marta, ma anche delle diverse bellezze offerte dal paesaggio marino e dall’hinterland. Lo sviluppo sostenibile e l’imperdibile occasione di esprimere e mettere a frutto le molteplici potenzialità della terra jonica».

«Tutto questo si traduce in interessanti ripercussioni sul tessuto economico cittadino, attraverso una intensificazione del tourism retail. Più di 5000 i passeggeri che la “Msc Seaside” porterà in riva allo Jonio, dando a commercianti e titolari di pubblici esercizi la possibilità di incrementare le loro attività». «Importante vetrina inoltre per quella consistente fetta di turisti attratta dall’indiscutibile valore della nostra enogastronomia, con i prodotti tipici, dalle cozze ai salumi, al vino, all’olio, ai latticini, ai prodotti agricoli».

«E’ chiaro che, in vista di tutto ciò, andranno affinati i servizi e andrà migliorato il prezioso meccanismo dell’accoglienza». «Non possiamo che – conclude la presidente di CasaImpresa, Francesca Intermite – complimentarci con il Comune, l’Autorità Portuale e tutti coloro che stanno, in questo particolare momento, cogliendo la sfida del cambiamento e lavorando affinché tutto ciò si realizzi e porti finalmente verso un futuro nuovo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche