21 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Aprile 2021 alle 16:13:38

News Provincia

Grottaglie, sospendere la Tari a lavoratori in Cigs e Naspi

Il Palazzo di città di Grottaglie
Il Palazzo di città di Grottaglie

GROTTAGLIE – Cinque consiglieri chiedono la convocazione del Consiglio comunale in seduta monotematica per valutare la sospensione della Tari per lavoratori in Cigs e in Naspi. La richiesta dei consiglieri comunali Domenico Rossini, Ciro Petrarulo, Antonio Delli Santi, Marinelli Giovanni e Francesco Donatelli è stata inviata al Sindaco e al Presidente del Consiglio Comunale del Comune di Grottaglie.

“La crisi economica che attraversa l’Italia, aggravata dalla pandemia del Covid-19, si sta scaricando soprattutto nel Sud e sulle fasce di popolazione più fragili economicamente. Il governo nazionale e la Regione Puglia, oltre a gestire l’aspetto sanitario, hanno messo in atto una serie di misure economiche a sostegno della popolazione. Lo stesso Comune di Grottaglie, utilizzando le numerose risorse dei provvedimenti nazionali e regionali, è intervenuto a sostegno di imprese e famiglie alleviando le crescenti difficoltà- scrive il consigliere comunale Francesco Donatellipurtroppo in molti casi ciò non è avvenuto lasciando nel disagio economico e sociale diverse fasce di cittadini. Tra queste vi è da segnalare la grave situazione che molti lavoratori dell’ex Ilva (e non solo) posti in Cigs e Naspi ormai da diverso tempo. Ciò è dovuto alla mancanza dell’integrazione salariale (10% non approvata nemmeno nel decreto ristori) e il ritardo dovuto dalla pandemia nell’impiego degli stessi nei lavori di bonifica. E’ per questo motivo che il sottoscritto insieme ai colleghi Domenico Rossini, Ciro Petrarulo, Antonio Delli Santi, e Giovanni Marinelli chiede la convocazione di una seduta del Consiglio Comunale monotematico per discutere della situazione sopra esposta e dei possibili interventi a favore famiglie più in difficoltà con adeguati provvedimenti come quello della sospensione della Tari”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche