14 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Aprile 2021 alle 06:52:44

Cronaca News

Armi, bombe e droga in un box di Paolo VI, scatta un arresto

foto di Armi, bombe e droga in un box di Paolo VI
Armi, bombe e droga in un box di Paolo VI

In un box esplosivo, armi e droga: scatta un arresto. Operazione congiunta degli agenti della Polizia di Stato e dei militari della Guardia Costiera nell’ambito di mirati servizi volti al rinvenimento di esplosivo usato abitualmente per la pesca di frodo. All’interno di un garage di uno stabile situato in viale della Liberazione, nel quartiere Paolo VI, nel corso di mirati controlli i poliziotti ed i militari hanno rinvenuto, dietro ad una porta, appoggiato al muro, un bidone usato comunemente per i rifiuti all’interno del quale era custodito un ingente quantitativo di armi, di materiale esplodente e di sostanze stupefacenti. Sono stati recuperati due fucili a canne mozze e uno a pompa, un mitragliatore, tre pistole oltre a un migliaio di proiettili di vario calibro.

Oltre alle armi, sotto sequestro anche 12 manufatti esplosivi artigianali ad alto potenziale, una ciqnuantina di artifizi pirotecnici, 20 bastoncini di cordite, 5 detonatori e tutto il materiale necessario per il confezionamento delle bombe. Inoltre nello stesso bidone erano stati nascosti circa due chili di marijuana, 25 grammi di cocaina, sei parrucche, alcune maschere di carnevale, indumenti di enti pubblici, oltre a numerosi documenti falsi. Durantre l’operazione gli agenti hanno iniziato le ricerche dell’uomo che aveva la disponibilità del box.

Lo hanno rintracciato o dopo poche ore nella sua abitazione, in Città Vecchia. Durante una perquisizion scattata nella sua autovettura i poliziotti hanno recuperato un “taser” e una mazza ferrata con del fil di ferro del tutto uguale a quello ritrovato in precedenza nel box. L’uomo, un tarantino di 37 anni, è stato arrestato per detenzione illegale di armi munizioni, materiale esplodente e sostanza stupefacenti. E’ stato accompagnato presso la locale Casa Circondariale. Nelle ore precedenti sempre la Polizia di Stato aveva denunciato un 47enne che aveva tentato di borseggiare un’anziana donna, in pieno centro. Erano stati i Falchi della Squadra Mobile impegnati in mirati servizi antiscippo ed antirapina ai danni di persone anziane, soprattutto nella zona del Mercato Fadini, sulla scorta delle testimonianze raccolte in episodi precedenti, a individuare il responsabile in un uomo di età compresa tra 40 e 50 anni e una altezza di circa 1.70. Proprio nel corso di questi servizi in via Principe Amedeo, la pattuglia dei Falchi aveva notato un uomo che osservava i pedoni, avvicinandosi a loro con circospezione.

L’uomo, all’incrocio tra via Duca degli Abruzzi e via Anfiteatro, si era avvicinato ad una donna anziana e aveva tentato di portarle via la borsa. Dopo il rapido intervento dei Falchi, lo scippatore aveva tentato la fuga ma era stato bloccato e denunciato in stato di libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche