16 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Aprile 2021 alle 18:03:30

News Provincia

Ginosa, Piano di assistenza alle fasce più bisognose

Il Palazzo di Città di Ginosa
Il Palazzo di Città di Ginosa

GINOSA -”E’ stato approvato il Piano del Fabbisogno del Personale del 2021-2023. Una delibera importante in un giorno altrettanto importante (8 marzo, in cui si celebra la Festa della Donna) in cui si è dato un segnale cruciale per il futuro dell’assistenza alle persone delle fasce più bisognose”. Così in un comunicato stampa l’Amministrazione comunale ginosina.

Il Piano prevede un incremento di investimento per il personale pari a 367.300 euro per il tempo indeterminato, a 132.000 euro di spesa etero-finanziata e a 216.500 euro per il tempo determinato, nonchè l’assunzione di sedici unità a tempo indeterminato per il 2021, 2 unità nel 2022 e due unità nel 2023, nuove risorse umane da reperire con le procedure di Legge (mobilità graduatorie interne ed esterne, concorsi). Previste nel Piano, per il personale interno, anche conversioni da part time a full time nell’ottica di valorizzare le risorse umane presenti già nell’Ente, in attesa delle progressioni orizzontali e verticali già deliberate alla fine del 2020. In aggiunta, è prevista nel 2021 anche l’assunzione a tempo determinato di sei agenti di Polizia Locale, due istruttori direttivi tecnici, tre assistenti sociali, una educatrice, un istruttore direttivo amministrativo per il PON Inclusione, due istruttori direttivi tecnici.

“Il turnover obbligato della Pubblica Amministrazione scaturisce da ulteriori 10 pensionamenti e, pertanto, è necessario intervenire per colmare le carenze di organico in un momento difficile dove, sia le risorse risicate che le restrizioni delle procedure, non consentono una libertà d’azione – spiega l’assessore al Bilancio e alle Risorse Umane Domenico Gigante – a ciò si aggiunge, tuttavia, l’opportunità prevista dalla Legge di Bilancio 2021 e dalla prossima stabilizzazione del Piano Povertà, che consente di coprire le necessità impellenti, di fornire assistenza sia per la fase di emergenza sanitaria attuale (che si sta protraendo) ma anche e soprattutto per il post emergenza, dove potrebbero acuirsi disagi sociali. In tutto questo, il Comune di Ginosa, anche in qualità di capofila dell’Ambito Territoriale TA/1, ha inserito nella programmazione occupazionale il massimo possibile delle risorse per incrementare il personale del Settore Politiche Sociali, anche per sfruttare le risorse statali destinate sia alla stabilizzazione del precariato, che al rafforzamento delle assistenti sociali finanziate dal Piano Povertà.

Prossimo step sarà, quindi, un nuovo concorso che consentirà di selezionare le risorse umane più valide pronte per le sfide future. Nei prossimi giorni, coinvolgerò le altre Amministrazioni comunali dell’Ambito per illustrare le opportunità irripetibili di queste ultime novità normative. È necessario collaborare assieme per rafforzare i servizi territoriali in un momento particolare per le comunità, motivo per cui è necessario integrare i rispettivi Piani del Fabbisogno, al fine di prevedere più risorse umane possibili, che non appesantiscono i bilanci dei Comuni, dato che il Piano Povertà copre queste esigenze finanziarie. Il Comune di Ginosa ha dato l’esempio e auspica da parte degli altri Enti che ci sia la dovuta attenzione per coprire il gap del rapporto tra assistenti sociali e popolazione, che deve avvicinarsi sempre più al parametro di 1/6.500 per ottenere il corposo contributo di 40.000 euro previsto dalla Manovra”.

II sindaco Parisi aggiunge: “Nel piano viene attenzionato anche il settore tecnico, dove vengono previste più assunzioni nell’ottica di costituire un reparto pronto a fronteggiare l’aumento delle pratiche per i nuovi bonus edilizi (Bonus facciate e Bonus 110 per l’efficientamento energetico, che verranno prorogati per il 2022). Queste misure fortemente incentivate, stanno spingendo numerosi cittadini a regolarizzare le posizioni attuali edilizie, a completare le pratiche dei condoni e a versare gli oneri relativi. E’ stata prorogata l’esenzione da tutti gli oneri per qualsiasi intervento edilizio previsto nella zona del centro storico, segnale che conferma la forte volontà politica del Gruppo di Maggioranza di incentivare la riqualificazione della nostra cittadina e, soprattutto, delle zone più rappresentative delle nostre origini e della nostra storia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche