23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 15:58:51

Cronaca News

Da lunedì tutti a casa. Ecco cosa si può e non può fare

Taranto al tempo del covid-19 – Foto Fabrizio Pastore
Taranto al tempo del covid-19 – Foto Fabrizio Pastore

L’Italia esce divisa in tre colori dalla riunione di venerdì del Consiglio dei Ministri: il bianco della Sardegna, l’arancione di Abruzzo, Calabria, Basilicata, Liguria, Molise , Sicilia, Umbria, Valle d’Aosta; il rosso di Lombardia, Emilia-Romagna, Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Marche, Puglia, Campania e Molise.

Quali negozi e attività rimangono aperte nella zona rossa?
Le librerie, i negozi di fiori, i negozi di computer ed elettronica, quelli di articoli sportivi, biciclette, le concessionarie di auto e moto, i negozi che vendono prodotti per la pulizia, i ferramenta, i negozi di giocattoli e vestiti per bambini, le edicole, le farmacie, le profumerie e le erboristerie e le librerie. In generale, tutti i negozi alimentari e i supermercati, oltre a quelli che vendono e di prima necessità, dalla biancheria al sapone, continuano a essere aperti.

Oltre alle lavanderie e tintorie, rimangono aperti anche i parrucchieri e i barbieri. Restano aperte anche industrie, artigianato, edilizia. Per quanto riguarda la ristorazione, invece, è consentita solo la consegna a domicilio.

Vediamo il dettaglio:

In fascia rossa, in linea di massima, non si può uscire dalla propria abitazione se non per motivi di lavoro, salute e urgenza.

Spostamenti

Non si possono raggiungere abitazioni private, nemmeno una volta al giorno, quindi niente visite ad amici o parenti. Si può sempre fare rientro presso la propria residenza. Non sono consentite le visite nelle abitazioni private, con l’eccezione del periodo di Pasqua. Dal 3 al 5 aprile, infatti, sarà comunque possibile spostarsi all’interno della propria regione verso una sola abitazione privata, una volta al giorno, massimo due persone.

Tutte le scuole in dad

Per quanto riguarda la scuola, sospensione dell’attività in presenza delle scuole di ogni ordine e grado, comprese le scuole dell’infanzia ed elementari. Resta garantita la possibilità di svolgere attività in presenza per gli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.

Attività sportiva

È possibile fare sport purché si rimanga nei pressi del posto in cui si abita e rispettando la distanza di almeno un metro dalle persone che si incontrano. La mascherina va indossata. Rimangono chiuse palestre e piscine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche