13 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Aprile 2021 alle 15:33:31

Altri Sport News Sport

Prisma, CJ Taranto, Boys: quel tris d’assi che fa volare il nostro sport

foto di CJ Taranto
CJ Taranto

Una grandissima prova di carattere permette alla Prisma Taranto volley di imporsi nel derby della 21^ giornata della Serie A2 Credem Banca: al PalaGrotte, la squadra di coach Di Pinto sconfitte per 3-0 la BCC Castellana Grotte (22-25, 23-25, 23-25), riconquistando il successo esterno dopo due mesi e mezzo. Di Pinto deve rinunciare, all’ultimo minuto, a Gironi: lo schiacciatore non ha preso parte all’incontro a causa di un virus gastrointestinale.

Taranto scende in campo con Coscione palleggiatore, Padura Diaz opposto, Fiore e Cominetti schiacciatori, Alletti e Di Martino centrali con Goi libero. Gulinelli risponde con Garnica in regia, Cazzaniga opposto, Ottaviani e Rosso schiacciatori, Patriarca-Erati centrali e De Santis libero. Prime fasi dell’incontro molto combattute: Taranto e Castellana si rispondono punto dopo punto. La BCC prova a dettare il ritmo (10- 8), la Prisma tiene botta e rimane aggrappata (14-14). Il primo strappo al set è di marca rossoblù: due primi tempi consecutivi di Alletti portano gli ionici sul +2 (15-17), obbligando Gulinelli al timeout. Taranto riesce ad incrementare il gap con due errori di Patriarca e un ace vincente di Padura Diaz: 15-20 e seconda sospensione per Castellana. Cazzaniga e due muri di Erati riportano la BCC sul -2 (18-20): Di Pinto interrompe il ritmo con un timeout. Al rientro, Taranto chiude i conti con. L’attacco vincente di Padura Diaz (22-25).

Coach Gulinelli modifica lo starting-six, inserendo Dall’Agnol al posto di Rosso. Dopo un avvio equilibrato (7-7), è di nuovo la Prisma Taranto a premere sull’acceleratore con un primo tempo di Di Martino e l’ace di Fiore (7-9), costringendo i locali al timeout. Castellana Grotte non demorde, rimonta e trova il nuovo vantaggio con dall’Agnol e l’attacco out di Fiore (13-12). Lo stesso schiacciatore tarantino contribuisce al break di 0-4 della Prisma, che si riporta sul +3 (13-16): Gulinelli chiede nuovamente timeout. La BCC non si arrende: Cazzaniga e Ottaviani accorciano il gap (-1, 16-17). Di Martino e Fiore riportano sul +4 Taranto (17-21).

Castellana prova a non arrendersi ma la Prisma non perdona: il set si chiude con la battuta sbagliata di Patriarca che regala il punto del 23-25. Nel terzo set, Castellana Grotte si gioca le ultime carte per allungare il match: Ottaviani e Patriarca guidano la BCC fino all’8-6, obbligando Di Pinto al timeout. Taranto è più determinata: Padura Diaz e Alletti ribaltano la situazione, portando gli ionici sul +2 (10- 12). La Prisma prova lo strappo vincente, la BCC gioca con tutte le sue forze e riesce nel controsorpasso (20-18). Taranto ha una marcia in più: pareggia i conti col muro di Fiore (22-22) e sorpassa la compagine barese con l’attacco out di Cazzaniga.

Ci pensa, ancora una volta, Padura Diaz a mettere a segno il punto del 23-25: Taranto conquista il derby e tre punti preziosi per la classifica. Dalla pallavolo alla pallacanestro: “È stato un girone entusiasmante”. Non usa giri di parole il direttore sportivo Vito Appeso nel commentare la prima parte di stagione del ‘suo” CJ Basket Taranto, a bocce ferme, durante la domenica di sosta del campionato di serie B Old Wild West. Come coach Olive qualche giorno fa, anche il ds rossoblu rimarca la sorpresa positiva del rendimento del roster: “Se mi avessero detto che avremmo vinto 13 partite su 14 a inizio stagione non ci avrei creduto del tutto anche se ero convinto di aver costruito con lo staff tecnico e con la società una gran bella squadra ma temevo che avremmo pagato la giovane età di media rispetto all’esperienza di altre squadre”. Ma il ds Appeso così come tutto il CJ Taranto è già proiettato alla seconda parte di stagione: “Ora inizia il bello, e partiamo subito forte, a Rieti, che come noi ha vinto il suo girone con lo stesso score, 13/14 vinte. La squadra si sta allenando con grande intensità e serietà, come sempre, e sono sicuro che ci presenteremo al via della seconda fase, già da domenica prossima, pronti.

Una seconda fase che azzera tutto, o quasi. Ci resta il gran bel tesoretto dei punti fatti finora ma rimettiamo tutto in gioco, si giocherà ogni tre/quattro giorni”. Appeso non si pone limiti: “Sognare? Non costa nulla in questo momento, siamo convinti di portare avanti questo cammino che abbiamo intrapreso la scorsa stagione e abbiamo intensificato questa estate accettando la sfida del salto di categoria e costruendo un roster competitivo”. Impossibile rimarcare l’importanza di Stanic per le sorti del CJ Basket ma Appeso ha parole di stima per tutto il gruppo: “Stanic è un giocatore straordinario, un grande uomo, dal primo giorno ha contribuito alla causa della squadra, da vero capitano, compattando lo spogliatoio con la sua esperienza. Ma devo dire che tutto il gruppo di ragazzi che abbiamo portato a Taranto in estate si sta dimostrando una equipe di professionisti, validi giocatori, che lavora in sinergia, in campo e fuori”.

Basket in carrozzina: esordio perfetto in campionato per la Cisa Boys Basket Taranto, che all’”Orazio Flacco” di Palagiano vince per 46-38 contro la Colella Lupiae Lecce dopo oltre un anno di inattività. Gara in salita per i tarantini contro i più rodati leccesi, reduci dalla doppia trasferta vittoriosa a Palermo e Catania e già con un piede nella seconda fase. La Lupiae si porta avanti fino all’8-13 con lo scatenato duo Wilber – Calò, poi i Boys, tra la fine del primo parziale e l’inizio del secondo, inanellano 10 punti consecutivi portandosi a +5. Si va all’intervallo lungo con Taranto avanti 20-19. Il terzo tempo è un autentico capolavoro per gli ionici: Latagliata è un martello e non sbaglia niente così come il generosissimo Stella, Ciaglia (unico in doppia cifra per i padroni di casa) e Genchi fanno valere i loro centimetri e indirizzano la gara.

Nell’ultimo periodo Lecce prova a rifarsi sotto sfruttando la buona vena realizzativa di Spedicato, ma Micunco, Eletto e Frisenda mettono a segno canestri pesanti, spegnendo sul nascere le velleità di rimonta del Lecce, che deve arrendersi di otto lunghezze. La gara, trasmessa in diretta facebook sulle pagine dei Boys Taranto e di Tutto Sport Taranto e commentata da Matteo Schinaia, è stata seguita da migliaia di utenti, a conferma di quanto questa realtà sia amata sul territorio. “Vittoria pesantissima contro una grande squadra – commenta Egidio L’Ingesso – e non era facile dopo oltre un anno di inattività. Dopo una prima fase di studio in cui loro sono andati avanti, nel break tra primo e secondo tempo abbiamo compreso che avevamo la possibilità di imporci. E’ stato fondamentale bloccare le loro bocche di fuoco Wilber e Calò e abbiamo tenuto il campo fino alla fine”. “In campo era come se ci fosse un unico giocatore – sottolinea il presidente e capitano Domenico Latagliata – è la stata la vittoria del gruppo, compresi quelli che non sono entrati e che dalla panchina non ci hanno mai fatto mancare il loro apporto. Abbiamo tenuto benissimo il campo: determinanti le direttive di coach L’Ingesso ma eravamo al top fisicamente anche grazie ai training dei prof. Chianca e Mignozzi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche