27 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Luglio 2021 alle 07:35:00

Cronaca News

Maltratta i familiari, allontanato da casa

questura di Taranto
La questura di Taranto

Trentaquattrenne vessata dal fratello: la Polizia di Stato raccoglie la sua richiesta di aiuto. Due poliziotti del Commissariato Borgo, mentre percorrevano a piedi via Duomo, in Città Vecchia, nei pressi dell’Università, hanno incrociato un uomo ed una donna che camminavano a passo svelto per i vicoli. Pochi istanti sono stati bastati agli agenti per cogliere lo sguardo impaurito della donna e alcuni piccoli gesti, quasi impercettibili, che chiedevano aiuto.

L’uomo e la donna, risultati essere fratello e sorella, di nazionalità macedone, di 39 e 34 anni, sono stati accompagnati negli uffici della Questura con due Volanti diverse. Nel tragitto verso la Questura, la donna ha iniziato a liberarsi di un pesante fardello che da anni la costringeva ad una vita fatta di continue violenze da parte del fratello. Dal suo racconto i poliziotti hanno accertato che l’uomo, abitualmente dedito al consumo di stupefacenti, ogni volta che aveva bisogno di denaro per acquistare la sua dose giornaliera di droga, assumeva atteggiamenti violenti con tutti i familiari, dai congiunti, alla moglie, anche in presenza dei figli minori, arrivando a malmenare chiunque gli capitasse davanti. Giunti in Questura, la donna e la moglie del fratello, arrivata nel frattempo negli uffici, hanno avuto la forza di denunciare i tanti mesi di violenze fisiche e psichiche di cui erano vittime. I poliziotti della Squadra Mobile che avevano assistito le due donne e raccolto le loro denunce, su disposizione dell’autorità giudiziaria hanno notificato il provvedimento urgente di allontanamento del 39enne macedone dalla casa familiare con il divieto di avvicinarsi ai luoghi abitualmente frequentati dalle vittime.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche