21 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Aprile 2021 alle 20:01:12

Cronaca News

Sequestrato un noto stabilimento balneare

foto di Sequestrato un noto stabilimento balneare
Sequestrato un noto stabilimento balneare

Scatta il sequestro di un noto stabilimento balneare situato in località Marina di Chiatona e di varie opere in località “Lido” nel territorio di Policoro. L’operazione è stata condotta dai militari della Guardia Costiera di Taranto e dell’Agenzia del Demanio di Bari per occupazioni abusive del demanio marittimo. Continua, quindi, l’attività di controllo e vigilanza della Guardia Costiera tarantina, lungo il litorale jonico, finalizzata alla salvaguardia dell’ambiente e delle aree di pubblico demanio marittimo.

In particolare nella mattinata del 18 marzo scorso , i militari della Guardia Costiera di Taranto e il personale dell’Agenzia del Demanio di Bari, si sono recati in località Marina di Chiatona, dove hanno accertato la presenza di varie opere realizzate in grave difformità rispetto ai titoli autorizzativi, contestando violazioni in materia demaniale ed ambientale anche mediante l’installazione permanente di opere autorizzate stagionalmente. Nello specifico, i militari hanno proceduto al sequestro di opere realizzate abusivamente asservite a stabilimento balneare, su di un’area demaniale marittima di oltre 2.100 metri quadrati. I presunti responsabili degli illeciti sono stati segnalati alla autorità giudiziaria per l’ipotesi di reato di occupazione abusiva di pubblico demanio marittimo.

“L’operazione di polizia giudiziaria appena terminata evidenzia la costante collaborazione tra la Guardia Costiera e l’Agenzia del Demanio- si legge in un comunicato stampa della Capitaneria di Porto del capoluogo jonico- confermando la continua attenzione delle istituzioni nell’attività di contrasto all’abusivismo paesaggistico e demaniale, finalizzato alla tutela del patrimonio naturalistico di cui gode il litorale jonico”. L’operazione scattata il 18 marzo scorso fa seguito, inoltre, ad analoghi interventi condotti nei giorni precedenti dai militari della Guardia Costiera di Taranto -Ufficio Locale Marittimo di Policoro- i quali hanno sequestrato varie opere e manufatti realizzati in assenza di concessione demaniale marittima in località “Lido” del territorio di Policoro, in provincia di Matera. “Tali operazioni- prosegue il comunicato stampa della Capitaneria di Porto del capoluogo jonico- si collocano nella più ampia attività di monitoraggio del litorale costantemente svolta dal Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera ai fini della più ampia tutela demaniale ed ambientale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche