18 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Aprile 2021 alle 18:16:49

Cronaca News

Danneggiate le bici a noleggio: denunciati due adolescenti

foto di Una volante della Polizia
Una volante della Polizia

Due adolescenti sono stati denunciati dalla Polizia con l’accusa di aver preso a calci e danneggiato due bici a noleggio. Gli agenti della Sezione Volanti sono stati allertati da una guardia giurata in servizio in Villa Peripato che aveva sorpreso dei ragazzi, presumibilmente tutti minori, che sferravano calci danneggiando le postazioni di “bike sharing” da poco installate dall’Amministrazione Melucci, provocando, da quanto appurato dalla Polizia, ingenti danni alle prime due biciclette parcheggiate.

I giovani sono stati messi in fuga dal vigilante, che è riuscito a memorizzare alcuni indumenti indossati. I poliziotti, assunte tutte le informazioni utili a rintracciare i ragazzi, hanno iniziato a bordo dell’auto di servizio le ricerche dirigendosi verso corso Dure Mari, come da indicazioni acquisite poco prima. Ricerche andate a buon fine in pochissimi minuti: il gruppetto di ragazzi, tra i quali c’era quello ben descritto dalla guardia giurata, è stato intercettato dagli agenti sul Ponte Girevole. Il personale delle Volanti, nonostante il tentativo di dileguarsi in direzione diverse, è riuscito a raggiungere e fermarne due tra i vicoli di città vecchia. I ragazzi fermati, rispettivamente di 17 e 15 anni, sono stati accompagnati negli uffici della Questura e denunciati in stato di libertà per danneggiamento aggravato in concorso con altri.

La loro posizione è al vaglio della Procura dei Minori. Entrambi i ragazzi, al termine delle formalità di rito, sono stati poi riaffidati ai rispettivi genitori arrivati successivamente negli uffici della Questura. L’episodio è stato stigmatizzato dall’assessore all’Ambiente e alle Partecipate Paolo Castronovi che ha anche presentato denuncia alla Polizia. “I responsabili sono stati fermati e identificati prontamente dalla Polizia di Stato che ringraziamo per la solerzia e presenza. Credo – ha sottolineato Castronovi – che non ci sia nulla di più avvilente per un amministratore che mette a disposizione della comunità servizi così graditi e voluti, vederli vandalizzare dai cittadini stessi. Spiace per questi ragazzi che dovranno avere a che fare con spese legali, processi, interrogatori, mettendo probabilmente anche a repentaglio l’eventuale futuro lavorativo viste queste ‘referenze’”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche