20 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Aprile 2021 alle 15:55:41

Cronaca News

Il Comune di Taranto spinge SuperEcoBonus e Bonus facciate


Il Palazzo di città di Taranto

«Misure come il SuperEcoBonus del 110%, o il bonus facciate (che consente di ottenere un credito fiscale del 90%), sono in perfetta sintonia con gli obiettivi dell’amministrazione Melucci, orientata al recupero dell’esistente più che al consumo di suolo per nuovi interventi edilizi». Per questo motivo il sindaco Rinaldo Melucci ha voluto una campagna di sensibilizzazione all’uso di queste opportunità, che sfocerà nell’apertura di uno sportello informativo dedicato ai cittadini, non appena le restrizioni legate all’emergenza sanitaria lo consentiranno.

Nello specifico, il SuperEcoBonus del 110% consente di maturare un credito fiscale pari, appunto, al 110% del costo degli interventi, offrendo altresì il miglioramento del comfort abitativo all’interno delle abitazioni e l’abbattimento, e in alcuni casi l’azzeramento, dei consumi energetici per il riscaldamento e raffrescamento. «Si tratta di un’opportunità da cogliere – spiega il primo cittadino – perché in questo modo rimettiamo in moto un intero settore produttivo, recuperiamo l’edilizia esistente e razionalizziamo i consumi energetici, in una parola onoriamo il concetto di resilienza cui si ispira il nostro programma politico». «Gli interventi ammessi sono tutti quelli che concorrono all’abbattimento dei consumi energetici dell’edificio – evidenziano dal Comune – Le condizioni di ammissibilità sono la realizzazione, in primis, degli interventi che sono stati definiti “trainanti” e cioè: realizzazione di cappotto termico per una superficie superiore al 25% della superficie disperdente dell’edificio o la sostituzione dell’impianto termico dell’edificio.

Tutti gli altri interventi sono stati definiti “trainati”. L’ulteriore condizione è che l’efficienza energetica dell’edificio, a conclusione di tutti gli interventi, migliori di due classi o raggiunga la classe più alta. Il credito fiscale maturato, sia per il SuperEcoBonus, sia per il bonus facciate, può essere portato in detrazione in cinque anni o può essere ceduto a istituti finanziari, soggetti terzi o direttamente all’impresa esecutrice che praticherà lo sconto in fattura. Per il bonus facciate, inoltre, gli uffici comunali hanno avviato le procedure necessarie per individuare gli ambiti di applicabilità della misura». Per maggiori approfondimenti sul SuperEcoBonus è possibile consultare il sito del Governo al link http://www.governo. it/it/superbonus, la pagina dedicata del sito dell’Agenzia delle Entrate al link https://www.agenziaentrate. gov.it/portale/superbonus-110%25, oppure inviare un’e-mail all’Urban Transition Center all’indirizzo urbancenter@comune.taranto.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche