12 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 12 Aprile 2021 alle 07:19:17

Cronaca News

Getta la marijuana dal balcone per evitare l’arresto

foto di Getta la marijuana dal balcone per evitare l’arresto
Getta la marijuana dal balcone per evitare l’arresto

I carabinieri della Sezione radiomobile della Compagnia di Taranto hanno arrestato un cittadino nigeriano, un 20enne residente nel centro cittadino, sorpreso a spacciare marijuana all’interno della sua abitazione. I militari, insospettiti dal movimento di tossicodipendenti, hanno deciso di eseguire una perquisizione irrompendo nella casa dell’extracomunitario.

Nella circostanza l’uomo ha tentato di disfarsi della sostanza stupefacente gettandola dal balcone ma il suo gesto è stato notato dai carabinieri i quali hanno recuperato la droga e, una volta all’interno dell’appartamento hanno rinvenuto anche oltre 750 euro, soldi ritenuti provento dell’attività illecita, nonché bilancini di precisione e materiale utilizzato per confezionare le singole dosi. IIl ventenne è stato dicharato in arresto e, su disposizione dell’autorità giudiziaria, sottoposto ai “domiciliari”. I carabinieri della Stazione di Palagianello hanno, invece, arrestato una persona per furto di energia elettrica. Nel corso di un mirato servizio avviato per contrastare i furti compiuti nelle zone di campagna, i militari dell’Arma hanno fermato un 53enne di Castellaneta, già noto alle forze dell’ordine , con le accuse di furto aggravato e ricettazione.

I carabinieri hanno rinvenuto, nel terreno agricolo dell’uomo, nel corso di una perquisizione disposta dalla Procura di Taranto per il reato di ricettazione, un aratro, una fresa, una bascula e tre scaldabagni del valore complessivo di 3mila euro, provento di furti compiuti dal 2017 al 2020 ai danni di imprenditori agricoli della provincia jonica. Durante l’operazione i militari hanno accertato che l’uomo aveva anche eseguito due allacciamenti abusivi alla rete Enel per alimentare la propria abitazione, rubando negli ultimi cinque anni energia elettrica per un valore totale di 150 mila euro. L’arrestato è stato condotto nella casa circondariale di Taranto così come disposto dall’autorità giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche