18 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Aprile 2021 alle 17:24:06

foto di Il senatore Dario Stefàno
Il senatore Dario Stefàno

Venerdì 26 marzo , ore 18.30 secondo, appuntamento del ciclo di incontri on line ‘Lontani , ma vicini’, organizzati da Confcommercio Taranto.

“Recovery Plan: opportunità di ripartenza per le imprese del Mezzogiorno” è il tema dell’incontro on line – in diretta live sulla pagina Facebook di Confcommercio Taranto – con il senatore Dario Stefàno, presidente della Commissione parlamentare politiche comunitarie. Un tema di grande importanza per il futuro del Mezzogiorno e della Puglia. “La pandemia ha purtroppo amplificato i ritardi del nostro Sud – afferma il presidente provinciale di Confcommercio Taranto, Leonardo Giangrande- i fondi europei del Recovery plan possono essere un’opportunità per rilanciare il Mezzogiorno e recuperare le debolezze storiche delle nostre regioni alla base del divario nord/sud che taglia in due la nostra penisola. Recovery è l’occasione per intervenire, per ridurre il dislivello, non possiamo permetterci di perdere questo treno. Il calo degli investimenti e spesa pubblica – lo ha sottolineato lo stesso premier, Mario Draghi, intervenendo ai recentissimi lavori di ‘Sud-Progetti per ripartire’- ha riguardato tutto il Paese, ma soprattutto il Sud: tra il 2008 ed il 2018 la spesa pubblica si è dimezzata passando dal 21 a poco più di 10 miliardi.

Draghi lo ha detto chiaramente: il cambio di passo potrebbe arrivare dalle risorse economiche che l’Europa mette a disposizione per la transizione energetica e ambientale, digitale e infrastrutturale. E Taranto con l’ex Ilva può rappresentare, con il progetto idrogeno verde, il polo della transizione energetica italiana, e per ridisegnare il futuro de nostro territorio, svincolato dalla dipendenza esclusiva dalla Ilva. Naturalmente sarà centrale il ruolo che la classe dirigente saprà assumere in questo processo, perché l’esperienza purtroppo ci insegna che non sempre bastano le risorse per favorire la ripartenza. Le regioni del Sud vanta no purtroppo un triste primato: il 70%- di opere avviate, ma non completate. Insomma, la questione è complessa, abbiamo un’importante carta da giocare e non possiamo consentirci di fallire. Abbiamo bisogno di capire e di diventare protagonisti del cambiamento”. A coordinare l’incontro sarà il direttore di Confcommercio Taranto, Tullio Mancino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche