22 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Aprile 2021 alle 15:06:21

Cronaca News

Vandali assaltano bar di via Anfiteatro. Ingenti i danni

foto di Vandali in azione in pieno centro. Assalto al bar
Vandali in azione in pieno centro. Assalto al bar

Hanno sfondato la porta d’ingresso utilizzando una moto come ”ariete”. Poi hanno forzato il registratore di cassa e si sono impossessati di un centinaio di euro. Un raid messo a segno da due giovanissimi ladri dopo le 22 di giovedì ai danni del bar “Il Caffè Dolce” in via Anfiteatro. Una incursione che ha fatto scattare l’allarme del locale e nel giro di poco sul posto è piombato il titolare Luca Serio. Una telefonata al 113 e il rapido intervento della Polizia di Stato ma i malviventi erano ormai al sicuro. Gli agenti della Squadra Volante hanno poi acquisito i filmati del sistema di videosorveglianza. Immagini che potrebbero risultare decisivi per incastrare i vandali di via Anfiteatro. Tanta rabbia e amarezza da parte del titolare del bar finito nel mirino che in pochi mesi ha visto assaltare il suo locale per la seconda volta.

“Hanno approfittato del coprifuoco per entrare in azione – ha commentato Luca Serio dopo essere stato contattato da Taranto Buonasera- ormai in questa zona i danneggiamenti e i furti sono quasi all’ordine del giorno”.

Nell’ultimo raid messo a segno a quanto pare da una vera e propria banda è stata presa di mira anche una macchina che era parcheggiata nell’area dell’ex mercato coperto. “Durante il primo furto avvenuto a novembre con lo stesso modus operandi e cioè porta d’ingresso sfondata con un motorino e via con i soldi custoditi nella cassa, i ladri hanno portato via anche una bottiglia di grappa, bottiglia che è stata successivamente rinvenuta, quasi vuota, all’interno del parcheggio dell’ex mercato copertoaggiunge il commerciante- a novembre i danni sono stati stimati intorno ai 400 euro. Giovedì sera, purtroppo, siamo arrivati a 5mila euro. E in questo periodo di crisi causata dal Covid è una mazzata che si sente, eccome. Questa zona è divenuta ad alto rischio e per questo motivo ho scritto una lettera al Questore chiedendo un intervento risolutivo.

Ritengo che quel posto possa essere diventato una specie di covo di un gruppo di vandali- prosegue Luca Serioche in questo periodo in cui la sera c’è il coprifuoco prende di mira locali della zona. Pare che siano avvenuti altri furti ai danni di esercizi commerciali. Per il mio locale pago l’affitto al Comune e nonostante la crisi nera che in questo periodo che ci sta mettendo in ginocchio ho mantenuto fino ad ora tutti i miei impegni. Ora mi tocca coprire i danni causati dal raid di vandali senza scrupoli e ciò non è tollerabile. Bisogna fare subito qualcosa per bloccare queste incursioni”. Piove sul bagnato per una categoria che ce la sta mettendo tutta per fronteggiare una crisi che orami dura da più di un anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche