04 Agosto 2021 - Ultimo aggiornamento il: 04 Agosto 2021 alle 21:17:00

News Provincia di Taranto

«A Pulsano il porta-a-porta funziona ma va migliorato il servizio»

foto di Angelo Di Lena
Angelo Di Lena

PULSANO – “La raccolta differenziata porta a porta va migliorata pur essendo una buona soluzione per il nostro paese. Bisogna incrementare il servizio di raccolta evitando lo stazionamento dei rifiuti in loco”. È questa in sintesi il pensiero del consigliere comunale di Pulsano Angelo Di Lena , il quale sulla base delle lamentela di alcuni cittadini ha voluto formulare delle proposte facendosi portavoce di tanti piccoli proprietari di case.

“La raccolta differenziata porta a porta è una novità, e come sempre accade in questi casi occorre prendere le opportune misure per rendere più efficiente il servizio- sottoolinea Di Lena- per questo ho inoltrato in questi giorni all’assessore preposto una serie di interventi per migliorare la qualità del servizio. Al di là della sensibilizzazione dei cittadini che hanno bisogno di tempo per adattarsi al tema della raccolta differenziata non c è dubbio che qualcosa va fatta anche da parte del comune. Si sa che nelle fasi iniziali le cose hanno bisogno di un assestamento. Per questo, è mia intenzione chiedere al primo cittadino di convocare un tavolo tecnico sul tema, per identificare nuove strategie sulla base di queste prime risultanze per studiare il giusto rimedio ai problemi iniziali della raccolta. Occorre trovare soluzioni prima dell’estate per avere con l’inizio della stagione turistica un servizio efficiente”.

Angelo Di Lena in qualità di consigliere dell’Unione dei Comuni della fascia orientale della provincia di Taranto è intervenuto anche sulle risorse stanziate dal governo per i ristori anticrisi da Covid giudicandoli insufficienti. “Le risorse stanziate dal decreto ristori non sono sufficienti a supportare le attività costrette a interrompere nuovamente l’attività a causa dell’ulteriore stretta- dice- la catastrofe che ha colpito l’economia italiana, i piccoli e grandi imprenditori avrebbero bisogno di cifre diverse. Le risorse stanziate , ad oggi , non permettono di andare avanti e non riescono a coprire i costi sostenuti. Molti imprenditori inoltre non sono piu in grado di sostenere i costi degli affitti, che incidono sul fatturato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche