18 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Aprile 2021 alle 14:47:29

foto di Taranto non si ferma (FOTO CAPRIGLIONE DAL PROFILO FB TARANTO FC 1927)
Taranto non si ferma (FOTO CAPRIGLIONE DAL PROFILO FB TARANTO FC 1927)

Pessimo nel primo tempo (sotto 1-0), ottimo nel secondo (vittoria 1-3), il Taranto è tornato da Brindisi rafforzando il proprio primato in classifica, allungando a +5 rispetto al Casarano – che ha due partite da recuperare – e distanziando il Lavello travolto 3-0 dal Cerignola. Insomma, proprio Taranto e Casarano sembrano destinate a contendersi la promozione, ed il turno di campionato giocato domenica pare averlo confermato; pur essendo i rossazzurri salentini rimasti fermi in questo torneo condizionato dalla pandemia. Si torna in campo giovedì, per il turno pre-Pasqua: il Taranto ospiterà il Gravina, il Casarano sarà di scena ad Altamura. Sul girone H di serie D intanto aleggia la possibilità di uno stop temporaneo: il Dipartimento Interregionale della Lnd ha comunicato che, “a partire dal 25 Aprile, si riserva di sospendere temporaneamente la programmazione delle gare come da calendario. Ciò al fine di assicurare che la fase finale del Campionato, per quanto possibile e tenuto conto della situazione di emergenza sanitaria, si svolga in condizioni di parità tra le società partecipanti. Di conseguenza sarà privilegiata la programmazione delle gare di recupero dei gironi interessati”.

Il club rossoblù intanto ha partecipato all’importante iniziativa “Keep Racism Out! – Tutti uniti per un calcio inclusivo e universale”. Il Dipartimento Interregionale della Lega Nazionale Dilettanti ha aderito alla XVII Settimana d’azione contro il razzismo promossa dall’Unar (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali). La campagna “Keep Racism Out” ha come obiettivi dichiarati la prevenzione e la lotta ad ogni forma di discriminazione e violenza promuovendo la cultura dell’inclusione, dei diritti umani e della valorizzazione delle differenze. “Per la Serie D è una missione di primaria importanza – sottolinea il Coordinatore del Dipartimento Luigi Barbiero – sradicare il razzismo e ogni forma di discriminazione dai nostri stadi, un compito che affrontiamo da sempre grazie all’impegno delle nostre Società. La Serie D condivide con convinzione il messaggio diffuso dall’Unar, tutti uniti per un calcio inclusivo e universale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche