20 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Aprile 2021 alle 20:01:12

Cronaca News

Anziano non rientra a casa, rintracciato dalla Polizia

foto di Una volante della Polizia
Una volante della Polizia

Anziano non rientra a casa : rintracciato e riaccompagnato dai familiari dalla Polizia diStato Ore di preoccupazione per una donna residente al quartiere Tamburi, che a tarda sera non aveva visto suo padre, un 72enne, far ritorno a casa. La figlia dell’anziano intorno alle 23, allarmata e preoccupata dal mancato ritorno del genitore, ha chiesto aiuto alla sala operativa della Questura. Ssuo padre, dopo pranzo, come di consueto, con i mezzi pubblici dal suo quartiere si recava a Lido Azzurro, per passarvi tutto il pomeriggio e far rientro poi a casa a tarda sera.

Il 72enne, che amava particolarmente la pineta di quella località, nonostante le pressanti raccomandazioni dei parenti, si rifiutava categoricamente di portare con sé il telefonino cellulare utile per qualsiasi evenienza. I poliziotti, pertanto, dopo aver assunto tutte le informazioni utili al suo rintraccio hanno attivato tutti i protocolli previsti nei casi di persone scomparse ed hanno allertato i loro colleghi della Volante i quali sono intervenuti in pochi minuti nella zona indicata. Le ricerche, iniziate pur con tutte le difficoltà del caso dovute alla scarsa illuminazione, hanno ben presto avuto i risultati sperati. Gli agenti intorno alla mezzanotte, utilizzando i fari della Volante, sono riusciti a intravedere in una piazza, una sagoma seduta su una panchina accanto ad una madonnina illuminata. Sicuri di aver finalmente ritrovato l’anziano, i poliziotti sono immediatamente scesi dall’auto per portargli soccorso. Il 72enne, infreddolito ma in buone condizioni di salute, ha raccontato di aver perso l’ultimo autobus per il ritorno e, non avendo il telefonino cellulare per avvertire i parenti, ha deciso di aspettare seduto sulla panchina l’arrivo del primo mezzo del mattino.

La notizia del ritraccio, tramite i polizotti della sala operativa, è stata comunicata ai familiari i quali hanno così potuto tirare un sospiro di sollievo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche