23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Aprile 2021 alle 15:06:21

Basket News Sport

Olive: «CJ Taranto, ora puntiamo alla Coppa Italia»

foto di CJ Taranto
CJ Taranto

“Abbiamo resettato il ko e ci stiamo concentrando sulla Coppa Italia. Per noi è una partecipazione storica e vogliamo dare il 110%”. Parole e musica di caoch Davide Olive alla ripresa degli allenamenti del CJ Basket Taranto che si è messo alle spalle il ko, secondo della stagione, subito domenica scorsa a Cassino. Un reset necessario perché alle porte c’è un appuntamento, storico, per Taranto e il CJ Basket, le finali di Coppa Italia di serie B, a partire da venerdì, prima a Rimini e poi, a Cervia, in concentramento con la A2. Ma prima il tecnico tarantino ha voluto fare un veloce excursus su cosa non ha funzionato nel Lazio, senza troppi giri di parole: “Cassino ha meritato perché ha giocato una partita molto intensa soprattutto nel pitturato dove abbiamo sofferto molto Visnic. Abbiamo subito 82 punti e per il nostro standard difensivo sono troppi”.

Dopo la sosta pasquale, che come detto vedrà il CJ impegnato nello stupendo happening di coppa, ci sarà il rush finale della regular season: “Mancano 5 gare alla fine della seconda fase – sottolinea coach Olive – e ci dobbiamo mettere in testa che nessuno ci regalerà nulla. Dobbiamo giocare 5 battaglie. Sono convinto che la squadra saprà trarre le giuste indicazioni da questa sconfitta”. Intanto è stato ufficializzato dalla Lega Nazionale Pallacanestro che sarà la Opus Libertas Livorno 1947 l’avversaria del CJ Basket Taranto nei quarti di finale delle finali di Coppa Italia, venerdì prossimo (palla a due alle ore 12 in diretta su LnpPass) a Rimini nel quadro delle final eight di Cervia del prossimo fine settimana. Questa la decisione dopo le positività riscontrate, nei giorni scorsi, all’interno dei gruppi squadra, di Umana Chiusi (prima del girone A2 dopo la fase1) che San Miniato (seconda in classifica), che quindi hanno dovuto rinunciare. Per lo stesso motivo “ripescata” la Liofilchem Pallacanestro Roseto (in sostituzione di Ristopro Fabriano).

Di seguito il nuovo programma della Final Eight di Coppa Italia Serie B 2021 Old Wild West: Venerdì 2 aprile Quarti di finale – Palasport Flaminio, Rimini 12.00 – Opus Libertas Livorno 1947-CJ basket Taranto (A) 15.00 – Liofilchem Roseto-Bakery Piacenza (B) 18.00 – Rivierabanca Rimini-Bricofer Real Sebastiani Rieti (C) 21.00 – Gesteco Cividale del Friuli-Moncada energy group Agrigento (D). Sabato 3 aprile semifinali – Palasport, Cervia 12.30 – vincente A-vincente B 15.15 – vincente C-vincente D. Domenica 4 aprile Finale – Palasport, Cervia 15.30 – Finale Coppa Italia serie B Old Wild West. Il CJ vuole mettersi alle spalle l’ultima, sfortunata uscita. Stavolta Lazio fatale per il CJ Basket Taranto che a una settimana di distanza dal blitz di Rieti finisce ko sul parquet della BPC Virtus Cassino vittoriosa 82-76. Giornataccia per i rossoblu di coach Olive che hanno cominciato male, sono rimasti in partita per tutti i 40’ minuti dando sempre la sensazione di poterla rovesciare da un momento all’altro, quasi riuscendoci nell’ultimo quarto. Ed invece, sia in difesa che al tiro è sempre mancato qualcosa, rispetto alle altre gare, che stavolta non ha fatto la differenza con un Cassino letale con i vari Visnjic 22 punti, Cusenza 15, Grilli 15. Per Taranto, privo di Tato Bruno, non sono bastati i 22 di Morici, 17 di Stanic e 13 di Diomede. Si tratta comunque solo della seconda sconfitta stagionale, Taranto resta in testa alla classifica del girone D al pari di Rieti.

Coach Olive sempre senza Tato Bruno inizia con Duranti, Stanic, Matrone, Azzaro e Morici. Coach Lettese risponde con Grilli, Teghini, Cusenza, Visnjic e Lestini. Partono bene i padroni di casa, 4-0 con Teghini e Cusenza. Il primo canestro ospite è di capitan Stanic che completa un gioco da tre punti con fallo e libero a segno. Meglio Cassino in avvio con ben due triple in fila di Cusenza e Grilli, 10-3. Si accende anche Morici, due triple, 8 punti in fila e CJ che torna sotto 14-11 ma Visnjic non è d’accordo, due canestri a segno prima dell’ingresso subito a punti di Diomede. Ancora Visnjic ma c’è la tripla di Duranti che serve però solo a ridurre il passivo perché Cusenza fissa il punteggio sul 24-18 del primo quarto. Duranti bissa la tripla in avvio di secondo quarto dimezzando il gap ma Cassino è on fire e piazza un break di 11-2 con Cusenza e Visnjic a trascinare gli altri. Sul 35-23 coach Olive chiama time out per schiarire le idee dei suoi. Pit stop che sortisce gli effetti sperati, Morici Stanic e Azzaro scrivono un controbreak di 8-0, Teghini risponde con 4 punti in fila ma Taranto ora è in ritmo e in fiducia e accorcia con un’altra tripla di Stanic e va sul -2 con i liberi di Duranti prima della tripla di Rischia che fissa il punteggio sul 42-37 all’intervallo. Visnjic apre le danze al rientro in campo, Matrone si sblocca con una schiacciata.

Taranto resta in contatto anche se Visnjic continua a essere un fattore nella partita e quando non segna lui ci pensa Rischia con la tripla del +10. Il CJ non demorde, Morici suona la carica con un’altra schiacciata, capitan Stanic ne fa 6 con due triple ed è nuovamente -2 che costringe coach Lettese al time out. Finalmente è gara punto a punto, Diomede risponde a Lestini dall’arco per il 59-56, poi nel finale di terzo quarto mano fredda per entrambe le squadre, segna solo il solito Visnjic ed è una tripla pesante per il 62-56. Matrone accorcia, Duranti avvicina, Diomede quasi impatta a inizio ultimo quarto con Taranto che si ritrova a -1. La rimonta sembra cosa fatta ed invece la tripla di Grilli ricaccia indietro i rossoblu che tornano terribilmente a non sentire la retina avversaria. A Cassino bastano un paio di canestri con Rischia e Cusenza per ritrovarsi magicamente a +8 a 3’ dalla fine. Coach Olive chiama time out cercando di spronare i suoi per gli ultimi possessi. Morici risponde presente ma non basta, Stanic esce per falli e Lestini inchioda l’80-71 che sa di punto esclamativo sulla sconfitta CJ che arriva col punteggio di 82-76. Secondo stop in campionato per Taranto che adesso deve fare tesoro di questa sconfitta e ricavarne sprone per un pronto riscatto nel grande happening delle finali di Coppa Italia del prossimo fine settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche