19 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Aprile 2021 alle 15:35:44

Cronaca News

I Riti della confraternita dell’Addolorata


La chiesa di San Domenico Maggiore

Anche la confraternita dell’Addolorata ha reso noto il programma e le modalità di partecipazione alle celebrazioni della Settimana Santa 2021 che si terranno in San Domenico. Ci saranno limitazioni all’accesso in chiesa, a causa delle severe norme anti-contagio e in alcuni casi i fedeli potranno entrare solo con il possesso di un pass o con prenotazioni telefoniche. Ed è già molto rispetto allo scorso anno, quando le funzioni potevano avvenire sono nelle chiese chiuse e davanti ai banchi vuoti. L’anno prossimo, abbiamo fede, andrà diversamente.

IL PROGRAMMA
Giovedì Santo 1 aprile: ore 16, apertura della Chiesa; ore 16.30 celebrazione eucaristica nella Cena del Signore (l’accesso sarà possibile solo con il pass); ore 18.15, inizio dell’adorazione eucaristica all’altare della Reposizione, durante la quale l’ingresso in chiesa sarà possibile ai fedeli soltanto in gruppi scaglionati, ai quali per ragioni di sicurezza e organizzative si parteciperà esclu sivamente con prenotazione telefonica; ore 23.30, preghiera dell’arcivescovo alla Vergine Addolorata, che avverrà a porte chiuse; è prevista la diretta streaming sulla pagina facebook Confraternita SS Addolorata e San Domenico Taranto, sul canale YouTube Arcidiocesi di Taranto e sulle emittenti locali.

La preghiera, accompagnata dalle marce funebri, proseguirà in diretta fino alle ore 2. Venerdì Santo 2 aprile: ore 5.30, apertura della chiesa e venerazione personale alla Vergine Addolorata (si accede in maniera contingentata rispettando sempre le norme anti-Covid ma non è previsto il pass); ore 13.45, chiusura della chiesa per la preparazione della Liturgia; ore 15: Azione liturgica dell’Adorazione della Croce (sarà possibile l’accesso solo a chi è munito di pass). I pass andranno ritirati alla segreteria della confraternita, con accesso da Arco San Domenico, oggi mercoledì, dalle ore 18 alle 20.30. Il numero telefonico per la prenotazione all’adorazione del Giovedì Santo sarà attivo oggi, mercoledì 31 marzo (dalle ore 9 alle 13 e dalle ore 15 alle 20) e domani, giovedì 1 aprile (dalle ore 9 alle 11.30).

MARCE FUNEBRI H24
Pur mancando le esecuzioni dal vivo dei complessi bandistici ingaggiati dalle confraternite per le processioni dell’Addolorata e dei Misteri, da ieri è possibile ascoltare le musiche tradizionali della Passione in onda h24 sulla pagina youtube “Le marce funebri tarantine” del canale di Giuseppe Gregucci. Si tratta delle incisioni discografiche effettuate dall’associazione musicale “Santa Cecilia-Città di Taranto” diretta appunto dal maestro Gregucci. Da “Venerdì Santo” a “Cagnottisti”, da “Tristezze” a “Gravame”, le musiche saranno trasmesse a ciclo continuo per tutta la durata della Settimana Santa. L’iniziativa è stata accolta con soddisfazione da parte di centinaia di appassionati, soprattutto dai tarantini che vivono fuori dalla loro città, dove tornavano ogni anno proprio in occasione dei Riti. Tanti, nei commenti, i messaggi pervenuti al maestro Gregucci in cui lo si ringrazia per aver addolcito la tristezza per la lontananza da casa.

SI RISENTE LA “TROCCOLA” AL SS. CROCIFISSO
La sera del Giovedì Santo, dopo lungo tempo, la “troccola” farà risentire il suo suono caratteristico al santuario del SS.Crocifisso. Il crepitacolo sarà usato dalla confraternita del SS. Crocifisso-Purgatorio all’inizio della Santa Messa in Coena Domini, alle ore 17.30 e durante la reposizione del Santissimo Sacramento. Subito dopo coppie di confratelli del sodalizio, in abito di rito, si alterneranno in adorazione per tutta la serata. La “troccola”, in legno di faggio, è stata realizzata da Felice Buonomo e Angelo Solito, per iniziativa di quest’ultimo in memoria del fratello Francesco. La donazione al santuario è stata effettuata dalla “Casa del confratello” assieme alla Croce dei Misteri.

Angelo Diofano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche