18 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Aprile 2021 alle 17:24:06

News Provincia

Hub per le vaccinazioni nel palazzetto di Ginosa

foto di Hub per le vaccinazioni nel palazzetto di Ginosa
Hub per le vaccinazioni nel palazzetto di Ginosa

GINOSA – “L’andamento dei contagi da Covid-19 rimane costante, con circa 140 casi tra Ginosa e Marina di Ginosa”. Così, in una nota stampa, il sindaco Vito Parisi. “Ho effettuato un nuovo sopralluogo presso il Palazzetto dello Sport di via Palatrasio assieme a personale del Dipartimento di Prevenzione al fine di predisporre il necessario per l’allestimento di quello che sarà un vero e proprio hub per le vaccinazioni- sottolinea il primo cittadino di Ginosa- a partire dal 6 aprile, infatti, questa sarà la sede designata in cui avverranno le vaccinazioni.

L’obiettivo è quello di poter somministrare quante più dosi giornaliere, forniture permettendo. Intanto, sono attive le adesioni alla campagna vaccinale per le persone dai 79 anni in giù”. Per aderire alla vaccinazione e conoscere data e luogo dell’appuntamento occorrono: tessera sanitaria e codice fiscale della persona che si vuole vaccinare; almeno un numero di telefono per eventuali comunicazioni da parte dell’Asl. L’adesione alla vaccinazione può avvenire tramite la Piattaforma La Puglia ti vaccina: http://lapugliativaccina.regione.puglia.it/; chiamando il numero verde 800.713931, attivo dal lunedì al sabato dalle 8 alle 20; presso una delle farmacie accreditate al servizio FarmaCUP. Intanto sulle vaccinazini c’è un intervento polemico di Anp-Cia Due Mari.

“Gli anziani di Castellaneta sono costretti a spostarsi a Ginosa, percorrendo quaranta chilometri, per potersi vaccinare- si legge in una nota stampa di Anp-Cia Agricoltori Italiani Due Mari- sollecitiamo un’immediata soluzione da parte delle autorità competenti al fine di tutelare i pensionati, obbligati a recarsi per due volte a Ginosa per ricevere entrambe le dosi e stessa sorte spetterebbe agli anziani pazienti di Laterza e Palagianello. Perché agli ultra 80enni è stato consentito di vaccinarsi nei rispettivi Comuni di residenza (Castellaneta, Laterza e Ginosa) mentre quelli di età compresa tra i 79 e i 70 anni devono percorrere più di 40 chilometri? – chiede Michele D’Ambrosio, presidente Anp-Cia Due Mari – chiediamo che gli anziani vengano salvaguardati dal rischio di contagio che sembra aumentare a causa delle varianti ma che non siano costretti a spostarsi dal Comune di residenza. Le aree rurali e quelle interne, più lontane dai grandi centri urbani, soffrono da anni per la carenza di presidi e strutture sanitarie, oltre che di servizi per la prevenzione e la cura delle patologie: occorre potenziare l’assistenza territoriale e domiciliare nelle aree interne e rurali, elemento essenziale per la difesa delle categorie più deboli e più esposte alla pandemia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche