20 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Aprile 2021 alle 15:55:41

Cronaca News

Venti chili di eroina: lei viene arrestata, lui fugge

foto di L'eroina sequestrata
L'eroina sequestrata

Quasi 20 chili di eroina rinvenuti e sequestrati in un casale: una donna arrestata della Polizia di Stato. Il marito in fuga. Maxi sequestro di droga eseguito dagli agenti del Commissariato di Grottaglie, con la collaborazione dei loro colleghi di Martina Franca e della Squadra Mobile del capoluogo jonico. Da un pezzo i poliziotti della Squadra investigativa di Grottaglie avevano messo sotto osservazione una coppia residente nelle campagne di Martina Franca la quale aveva avviato un traffico “all’ingrosso” di eroina movimentandone notevoli quantitativi.

L’attività illecita dei due, come emerso dalle indagini, era anche supportata da alcuni “collaboratori” di origine albanese, residenti nella Città delle Ceramiche, che ricoprivano il ruolo di corrieri. L’attività di indagine ha portato i poliziotti a monitorare costantemente la zona rurale dove è situata l’abitazione della coppia, considerata la base del traffico illecito. Dopo aver notato l’ennesimo contatto tra l’uomo ed uno dei suoi “collaboratori” avvenuto in uno dei tanti depositi facenti parte della vastissima proprietà di pertinenza dell’abitazione, i poliziotti hanno deciso di seguire il presunto corriere, alla guida di una Mercedes, era diretto a Grottaglie, dove dopo un accurato pedinamento è stato fermato e controllato. Quest’ultimo è stato condotto negli uffici del Commissariato per gli ulteriori accertamenti. Nella sua auto sono stati trovati, sotto la leva del cambio, 900 euro in banconote di piccolo taglio sul cui possesso il fermato non è stato in grado di fornire una plausibile spiegazione.

Contemporaneamente i poliziotti, insieme ai loro colleghi del Commissariato di Martina e della Squadra Mobile di Taranto, si sono presentati davanti alll’abitazione della coppia per eseguire una perquisizione, Nonostante la donna, la 41enne Anna F., originaria della provincia di Brindisi, abbia mostrato evidenti segni di nervosismo, gli agenti hanno dato avvio all’operazione. I meticolosi controlli, battendo palmo a palmo tutti i depositi, hanno dato dopo qualche ora i risultati sperati. Nell’intercapedine di un mobile posto sotto la pensilina principale della casa sono state trovate 20 dosi di marijuana e 29 di eroina preconfezionate e già pronte per lo smercio. In un deposito di attrezzi agricoli, attiguo alla casa, gli agenti hanno rinvenuto una busta di plastica nera con all’interno più di 14 chili di eroina e sopra un tramezzo dello stesso deposito un sacco di nylon bianco con all’interno altri 5 chili di eroina. La donna è stata arrestata mentre il marito, un 49enne già noto alle forze dell’ordine, è riuscito con una mossa fulminea a scavalcare la recinzione e approfittando dell’oscurità ha fatto perdere le sue tracce. E’ attivamente ricercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche