13 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Maggio 2021 alle 06:53:50

Cronaca News

Comune a confronto con i sindacati dei lavoratori dello spettacolo


Il Palazzo di città di Taranto

«Il Comune di Taranto avvia la consultazione per partenariato con le organizzazioni sindacali sul settore spettacolo. Si è tenuto nei giorni scorsi l’incontro tra amministrazione comunale, con il sindaco Rinaldo Melucci, il vice sindaco ed assessore alla Cultura Fabiano Marti e l’assessore alle Attività Produttive Fabrizio Manzulli, con le organizzazioni sindacali Slc Cgil, rappresentata da Andrea Lumino ed i lavoratori del settore Gaetano Colella ed Andrea Simonetti, la Fistel Cisl, con Oronzo Moraglia, e la Uilcom Uil, con Alfredo Neglia, Debora Matarrelli e Angela Mattia.

Le organizzazioni sindacali, dando atto al Comune dell’apertura al dialogo ed al confronto su un tema rilevante come quello di spettacolo e cultura, hanno posto nuovamente al centro del tavolo il problema relativo alla situazione attuale dei lavoratori dello spettacolo e della necessità di «pianificare come riaprire nel momento in cui saranno autorizzate le aperture da un lato ed hanno apprezzato l’ingresso del Comune di Taranto in Apulia Film Commission auspicando, attraverso il Comune, un rapporto più scorrevole tra le agenzie regionali di settore ed il territorio,a partire dalle varie questioni aperte. L’amministrazione comunale – si legge in una nota dei sindacati di categoria – ha accolto le richieste di parte sindacale ed ha avviato un’interlocuzione con le quale si sono stabiliti una serie di punti condivisi: costituire un tavolo di partenariato tra Amministrazione e parti sociali finalizzato alla condivisione di percorsi di confronto in tema di programmazione di eventi e bandi, riconoscimento di albi professionali per professionisti del settore e nuove start up, confronto più sinergico per mettere in relazione la sempre maggiore richiesta di produzione culturale a Taranto con le maestranze territoriali.

«Anche in merito alla questione dei grandi eventi, si è condivisa la necessità di una gestione più trasparente sul territorio che permetta di avere ricadute economiche e sociali positive sul territorio con le strutture già esistenti come Ufficio del Cinema». «È importante che venga soprattutto valorizzato ed assicurato chi lavora stabilmente in questo settore e che ne fa una ragione della propria sussistenza, ragionando in termini di valorizzazione del territorio e delle competenze e maestranze locali». Le parti si sono date appuntamento per proseguire il confronto entro la fine del mese di aprile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche