17 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Maggio 2021 alle 17:53:40

News Provincia

Al via le vaccinazioni a Grottaglie e Manduria

foto di Vaccinazioni anti-covid
Vaccinazioni anti-covid

E’ entrato in funzione, ieri pomeriggio, il nuovo centro per le vaccinazioni anti-Covid, all’interno del Palasport “Alessandro Marinelli” (ex. Sant’elia) che, con otto box vaccinali sarà in grado di arrivare ad effettuare fino a 400 vaccini al giorno, diventando uno dei più grandi hub della provincia jonica. Ne ha dato notizia il sindaco Ciro D’Alò. Ieri mattina, alle 12, l’ultimo sopralluogo nello spazio, messo a disposizione dall’amministrazione comunale di Grottaglie, da parte dell’assessore regionale, prof. Pier Luigi Lopalco che ha inteso verificare personalmente la funzionalità delle strutture vaccinali allestite nel territorio regionale.

“Nella lotta contro il Covid-19 bisogna necessariamente fare fronte comune- ha sottolineato il sindaco D’Alò- la campagna vaccinale dell’ambito TA/6 necessitava di un luogo più ampio e noi non abbiamo esitato a mettere a disposizione le nostre strutture ed in particolare il Palasport “Alessandro Marinelli”, i cui lavori di ristrutturazione ed adeguamento si sono ultimati nel 2019. Sulle vaccinazioni serve una marcia in più per vaccinare più cittadini possibili con un lavoro straordinario che vedrà coinvolti medici, infermieri e volontari della Croce Rossa e della Protezione Civile”. Domenica mattina il sindaco di Manduria, Gregorio Pecoraro, è stato presso la nuova sede vaccinale hub, per verificare che tutto fosse pronto per la nuova apertura. E’ infatti attivo da ieri mattina (12 aprile) alle 9 presso il Liceo Classico De Sanctis in via Sorani, il secondo centro vaccini di Manduria a servizio di tutte le comunità del territorio dell’Ambito 7.

Il centro permetterà di vaccinare i cittadini di Manduria, Avetrana, Fragagnano, Lizzano, Maruggio, Sava e Torricella. Il sindaco di Manduria ha ribadito che “vaccinarsi è l’unico modo per venir fuori da questo brutto periodo”. Questo l’orario settimanale: lunedì ore 9:00 – 14:30; martedì, mercoledì, giovedì e venerdì ore 14:30 – 19:00; sabato ore 9:00 – 19:00. Proseguono le vaccinazioni delle persone dai 79 anni in giù presso l’hub allestito nel Palazzetto dello Sport di Ginosa. Il sindaco di Ginosa, Vito Parisi, si è recato sul posto insieme al direttore sanitario dell’Asl di Taranto Vito Gregorio Colacicco e all’assessore Nicola Piccenna per verificare l’andamento delle vaccinazioni e i servizi logistici. Era presente anche il sindaco di Laterza Franco Frigiola.

“In un momento delicato per le nostre comunità, è necessaria collaborazione e senso istituzionale – ha dichiarato Parisi – ringrazio il collega sindaco Franco Frigiola per la sua presenza. Assieme a lui e al dott. Colacicco abbiamo fatto il punto della situazione. Congiuntamente, tutte le istituzioni chiamate in causa si stanno impegnando per mettere in sicurezza la popolazione. L’obiettivo rimane vaccinare quante più persone possibili. Assieme ad ASL, Protezione Civile, Carabinieri e Polizia Locale si stanno monitorando tutti i processi, dall’ingresso al post vaccinazione. Non perdiamo tempo e continuiamo senza indugi lungo questo percorso per uscire il prima possibile da questa emergenza. Invito tutti a vaccinarsi e i Medici di Medicina Generale a vaccinare”. Ecco gli orari di apertura dell’hub per questa settimana: -lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9.00 alle 12.00; martedì e giovedì dalle 14.00 alle 17.00. Infine il Comune di Castellaneta è pronto ad allestire un centro vaccinazioni nella città del Mito, presso la nuova struttura tensostatica di via Aldo Moro, a supporto dei medici di famiglia locali e con la collaborazione del Dipartimento di Prevenzione Asl Taranto, per la somministrazione dei vaccini anti-covid a favore dei soggetti fragili, la cui vaccinazione è in capo ai medici di base.“Un risultato che è stato possibile centrare grazie alla disponibilità dei medici di Castellaneta che hanno raccolto l’invito lanciato dal sindaco Giovanni Gugliotti a costituire un centro vaccinazioni locale -si legge in un nota dell’Amministrazione comunale  all’interno della struttura di via Aldo Moro si potranno accogliere agevolmente gli assistiti per la somministrazione dei sieri, all’interno di un immobile comunale allestito con diversi ambulatori, entrate ed uscite differenziate, un ampio parcheggio, oltre che l’utilizzo di un veicolo comunale per il trasporto dei sieri dal Dipartimento di Prevenzione al centro vaccinazioni di Castellaneta. Infine, sarà garantito il supporto con i volontari del sistema di protezione civile comunale, per supportare utenti e medici durante le attività

L’iniziativa conferma tra l’altro la disponibilità fornita dal Comune di Castellaneta alla locale Asl, per la creazione di un hub vaccinale in loco, formalizzata con una nota firmata dal primo cittadino lo scorso 22 marzo, dopo diverse interlocuzioni verbali delle settimane precedenti. A questa nota fece seguito l’iniziativa dei sindaci del versante occidentale dello scorso 31 marzo, in cui si reclamava l’apertura di punti vaccinali in tutti i comuni e non solo nelle sedi di distretto.

Grazie all’iniziativa del Sindaco Gugliotti si è riusciti comunque ad attivare il centro vaccinazioni in via Aldo Moro, con la preziosa collaborazione dei medici di base di Castellaneta. Un passo importante per facilitare ed accelerare la lotta al coronavirus in città e che serve a rodare ogni meccanismo in attesa di una massiva campagna vaccinazioni a favore dell’intera popolazione. Nel frattempo, le persone ‘estremamente vulnerabili’ che devono essere vaccinate dai medici di famiglia saranno direttamente identificate utilizzando le informazioni rilevabili dai sistemi ambulatoriali dei medici. I disabili gravi che vogliono essere vaccinati da parte dei medici di famiglia dovranno contattare o far contattare il proprio medico, comunicando di essere in possesso del certificato di handicap grave secondo quanto prevede la legge 104, certificato rilasciato dall’Inps o dalle commissioni medico-legali dell’Asl. In queste ore si sta mettendo a punto la macchina organizzativa, d’intesa con i medici di famiglia e Dipartimento di Prevenzione. Nei prossimi giorni, saranno comunicate le agende settimanali e tutte le modalità organizzative del centro vaccinazioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche