09 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 09 Maggio 2021 alle 08:03:03

Cronaca News

Rissa a colpi di ascia e sciabola, un ferito grave

foto di Rissa a colpi di ascia e sciabola
Rissa a colpi di ascia e sciabola

Vecchi dissapori mai sopiti la causa scatenante di una violenta rissa a colpi di sciabiola e di ascia. Nel primo pomeriggio di martedì tre persone, note alla forze dell’ordine, Iordan Ciprian Caligaru, di 28 anni, Angelo Caniglia, di 54 e A. D. di 51 anni, tutti residenti a Manduria, sono stati sorpresi dai carabinieri della Compagnia di Manduria mentre in strada stavano partecipando ad una zuffa, utilizzando un’ascia e una sciabola. I tre si sono colpiti in maniera violenta fino a procurarsi reciprocamente serie lesioni. I carabinieri sono riusciti a sedare la rissa disarmando i tre anche se uno di essi, nella concitazione dell’intervento, si è dileguato rendendosi irreperibile.

Il 54enne è stato trasportato d’urgenza dal 118 presso l’ospedale “M. Giannuzzi” di Manduria e subito sottoposto a un delicato intervento chirurgico. E’ in gravi condizioni. Il 28enne, invece, ha riportato lesioni più lievi. Nel corso di perquisizione, inoltre, a bordo del veicolo di uno dei tre sono stati rinvenuti un’altra ascia, un coltello a serramanico, bastoni in legno ed altri coltelli di genere vietato. Dopo le formalità di rito, come disposto dal magistrato di turno del Tribunale di Taranto, il ventottenne è stato condotto presso la sua abitazione dove dovrà rimanere agli arresti domiciliari. Agli arresti domiciliari all’ospedale “Giannuzzi” anche l’uomo che versa in gravi condizioni. Il 51enne che è fuggito dopo la rissa è, invece, attivamente ricercato dai militari dell’Arma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche